Tredicesima: spetta a chi è in cassaintegrazione?

Pubblicato il: 23-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 24 views | FONTE ORIGINALE

0

Integrazioni salariali ordinarie e straordinarie: il lavoratore ha diritto alla gratifica natalizia? A causa della grave crisi dovuta alla pandemia, non sono poche le aziende che hanno fatto ricorso, negli ultimi tempi, alle integrazioni salariali per riduzione dell’orario di lavoro o sospensione dell’attività. Cassaintegrazione ordinaria (Cigo), straordinaria (Cigs), in deroga (Cigd), agricola (Cisoa), assegno ordinario (Aso), sono veramente delle mosche bianche i datori di lavoro che non si sono avvalsi di questi strumenti, dal 2020 in poi. Per quanto riguarda i lavoratori, l’integrazione salariale copre, per grandi linee, l’80% della retribuzione. Ma la tredicesima spetta a chi è in cassaintegrazione? Per rispondere alla domanda, bisogna innanzitutto tener presente la necessità di distinguere i casi di riduzione dell’orario di lavoro, o Cig a orario ridotto, dalle ipotesi di sospensione totale dell’attività, o “Cig a zero ore”. Bisogna poi considerare che l’integrazione salariale a carico dell’Inps, comprensiva della quota di tredicesima in teoria, è erogata nei limiti di un massimale; quindi, di fatto può non arrivare a coprire i ratei delle mensilità aggiuntive. Ricordiamo che la tredicesima, o gratifica natalizia, fa parte della retribuzione differita del lavoratore, in quanto matura tutti i mesi ma viene erogata una volta all’anno, normalmente in occasione delle festività natalizie, salvo eccezioni ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment