Tinteggiatura: spetta all’inquilino o al proprietario?

Pubblicato il: 23-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 23 views | FONTE ORIGINALE

0

Su chi ricadono le spese del pittore alla scadenza del contratto di affitto? Alla scadenza del contratto di affitto, con la riconsegna delle chiavi dell’appartamento, potrebbe capitare di notare le pareti dell’appartamento scurite o rovinate dai fori dei quadri o da pedate. Di qui la domanda: la tinteggiatura spetta all’inquilino o al proprietario? La giurisprudenza sul punto è mutata. Cerchiamo di fare il punto della situazione. Obblighi dell’inquilino alla riconsegna dell’appartamento Le spese di manutenzione ordinaria, se di importo modesto, spettano all’inquilino; diversamente, deve farsene carico il locatore. L’inquilino inoltre deve custodire l’immobile in modo diligente e restituirlo nelle stesse condizioni in cui gli è stato dato, salva ovviamente la normale usura derivante dall’uso quotidiano.  Per evitare discussioni e contestazioni, è sempre opportuno redigere un verbale di consegna dell’immobile corredato da fotografie, in modo da confrontarlo poi con lo stato dello stesso alla scadenza dell’affitto.  Se l’immobile è deteriorato a causa del cattivo uso fatto dall’inquilino questi è tenuto a risarcire i danni derivanti dalla manutenzione. Il locatore potrebbe trattenere la cauzione a compensazione delle spese da sostenere, a condizione però che, con un’apposita causa, rimetta al giudice la quantificazione del risarcimento (in tal modo, si evitano quantificazioni unilaterali dell’importo); in assenza dell’azione giudiziale, la ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment