Riscaldamento condominio: ultime sentenze

Pubblicato il: 12-10-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 22 views | FONTE ORIGINALE

0

Riscaldamento condominiale e criteri di contabilizzazione e ripartizione delle spese; servizi comuni; delibera assembleare. È nulla la clausola del regolamento condominiale che vieta al condomino il distacco dall’impianto centralizzato di riscaldamento. Obblighi contributivi del condòmino La posizione del condòmino che si sia distaccato dall’impianto centrale di riscaldamento e la sua partecipazione alle spese vanno così riassunte: egli partecipa alle spese di manutenzione e conservazione dell’impianto in quanto comproprietario ex art 1123 c.c.; non partecipa alle spese di utilizzo del riscaldamento nella parte riferibile alla quota volontaria e involontaria in quanto distaccato nella ricorrenza dei presupposti dell’art 1118 ultimo comma c.c.. Conseguentemente va esonerato dalle spese di riscaldamento diverse da quelle di manutenzione e conservazione. Tribunale Torino sez. VIII, 28/06/2021, n.3265 Spese del riscaldamento centralizzato nel condominio Le spese del riscaldamento centralizzato in un condominio, ove sia stato adottato un sistema di contabilizzazione del calore, devono essere ripartite in base al consumo effettivamente registrato, risultando perciò illegittima una suddivisione di tali oneri operata, sebbene in parte, alla stregua dei valori millesimali delle singole unità immobiliari, né possono a tale fine rilevare i diversi criteri di riparto dettati da una delibera di giunta regionale, che pur richiami specifiche tecniche a base volontaria, in quanto atto amministrativo comunque ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment