Regalare fiori: quando è stalking?

Pubblicato il: 24-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 23 views | FONTE ORIGINALE

0

Frasi d’amore, appostamenti e pedinamenti: in quali casi la persona oggetto di attenzioni non gradite può sporgere querela per atti persecutori? A volte si commette reato anche senza volerlo o senza rendersene conto. È quanto succede a chi non si rassegna alla fine di una relazione e tenta in tutti i modi di riallacciare i rapporti, oppure a chi non si arrende davanti a un rifiuto e insiste pur di raggiungere l’obiettivo desiderato. Ebbene, una condotta eccessivamente ostinata, financo assillante, rischia di tramutarsi in un reato vero e proprio. Con questo articolo vedremo quando regalare fiori è stalking. Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione, commette il reato di atti persecutori (cioè, di stalking) l’uomo che non desiste dal corteggiare una donna nonostante costei gli abbia fatto capire di non gradire le sue attenzioni. Appostamenti, regali e frasi d’amore possono dunque valere una condanna per stalking. Vediamo in quali casi. Quando c’è stalking? Secondo la legge, c’è stalking tutte le volte in cui una persona molesta o minaccia ripetutamente un’altra, così da provocarle un perdurante stato di ansia, timore per la propria incolumità o per quella dei suoi familiari ovvero da costringerla a modificare le proprie abitudini di vita [1]. Così descritto, lo stalking ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment