Perché ai lavoratori conviene fare gli scrutatori

Pubblicato il: 23-09-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 14 views | FONTE ORIGINALE

0

I dipendenti impegnati ai seggi hanno la possibilità di percepire, oltre alla somma corrisposta per la prestazione, anche la giornata lavorativa in busta paga. Mancano ormai appena un paio di giorni alle votazioni politiche del 25 settembre, che porteranno all’elezione di un nuovo Governo, nuovi deputati e nuovi senatori. Per ora, l’unica certezza su ciò che accadrà lunedì 26 settembre, è legata agli scrutini: saranno lunghi e impegnativi. Per scrutatore, segretari e presidenti di seggio saranno, come per ogni votazione che si rispetti , giornate lavorative intense che richiederanno di fare le ore piccole. Sabato 24 settembre pomeriggio, prima dell’insediamento del seggio, il presidente avrà il compito di ricevere in consegna da sindaco (o da un suo delegato) il materiale utile per svolgere l’attività elettorale, che comprende ad esempio tutte le schede elettorali, la matite speciali, i timbri, le urne, i cartelloni con le liste dei partiti e i candidati ecc. Una volta allestito il seggio, sarà tutto pronto per ritrovarsi (solitamente verso le 6.30) la mattinata di domenica 25 settembre, e iniziare con quella che sarà una giornata che a chi lavora lì apparirà infinita. Si voterà dalle 7 di mattina alle 23 di sera, orario in cui chiuderanno i seggi. Va ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment