Pensione di reversibilità: riduzioni per reddito

Pubblicato il: 21-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 24 views | FONTE ORIGINALE

0

Taglio del trattamento ai superstiti per i beneficiari che possiedono altri redditi oltre alla pensione: come funziona, quali sono le voci escluse. La pensione di reversibilità, o pensione ai superstiti, o indiretta, è una prestazione che viene riconosciuta ad alcuni familiari del lavoratore o del pensionato deceduto, individuati dalla legge [1]. Il trattamento non spetta, però, nella stessa misura riconosciuta al dante causa defunto, ma è ridotta, sia in base al rapporto di parentela ed al numero degli aventi diritto, sia in base ai redditi del beneficiario. In merito alla pensione di reversibilità quali sono le riduzioni per reddito? In merito, bisogna osservare che la Legge Dini [2], che ha previsto i limiti di cumulo tra redditi e pensione ai superstiti, ha una falla, in quanto non chiarisce quali sono i redditi del beneficiario da valutare ai fini del cumulo col trattamento pensionistico. A tale mancanza ha ovviato l’Inps, intervenendo con diverse circolari sull’argomento [3]. La riduzione della reversibilità a causa dei redditi prodotti si rivela spesso una brutta sorpresa, per gli ignari beneficiari: chi non invia il modello Red, o un equivalente modello di dichiarazione dei redditi, sia determinati a consuntivo che presunti, subisce, anche a distanza di anni, una decurtazione della pensione da parte ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment