Guida in stato d’ebbrezza: come contestare gli esiti dell’alcoltest

Pubblicato il: 26-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 18 views | FONTE ORIGINALE

0

Etilometro: come opporsi alla multa per guida in stato di ebbrezza e difendersi nel processo penale.  In caso di guida in stato di ebbrezza, sono numerose le giustificazioni adottate sino ad oggi dagli automobilisti per contestare gli esiti dell’alcoltest ma solo alcune di queste sono state accolte dalla giurisprudenza.  Ad esempio è errata la convinzione di poter opporsi alla multa sostenendo di aver utilizzato un collutorio o delle medicine a contenuto alcolico. Non che, in teoria, ciò non sia possibile, ma andrebbe documentato con una inoppugnabile dimostrazione scientifica che, sino ad oggi, nessuno evidentemente è riuscito a fornire. Si è anche sostenuta l’incongruità delle due misurazioni fatte dall’etilometro, laddove la seconda, eseguita a distanza di qualche minuto, indichi un tasso di alcol superiore alla prima. Anche qui la giurisprudenza ha rigettato i ricorsi dimostrando come la curva dell’alcol sia crescente sino ad un certo momento per poi discendere. Pertanto è naturale che, laddove la misurazione venga fatta a poca distanza dall’assunzione della bevanda, risulti inizialmente un valore più basso.  Inutile anche l’omesso avviso al conducente di farsi assistere da un avvocato. Secondo la Cassazione è sufficiente che tale comunicazione risulti scritta sul verbale, indpenxemtente dalla ripetizione a voce. Quanto al reflusso gastro-esofageo, se anche è ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment