Garanzia per vizi dell’opera: ultime sentenze

Pubblicato il: 23-09-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 13 views | FONTE ORIGINALE

0

Decadenza e prescrizione dell’azione di garanzia per vizi dell’opera; contratto di appalto; opera del prestatore intellettuale. La decorrenza del termine per la denunzia dei vizi In tema di appalto e garanzia per i vizi dell’opera, se trattasi di vizi occulti o non immediatamente rilevabili, la decorrenza del termine annuale per la denuncia prevista dall’art. 1669 c.c. non decorre finché il danneggiato non abbia conoscenza certa ed effettiva dei difetti e tale consapevolezza non può ritenersi raggiunta sino a quando non si sia manifestata la gravità dei vizi medesimi e non si sia acquisita, grazie ad appositi accertamenti tecnici, la piena comprensione del fenomeno delle sue cause, non potendosi onerare il danneggiato della proposizione di azioni generiche a carattere meramente esplorativo. Corte appello Campobasso, 25/07/2022, n.210 Riconoscimento di vizi e difformità dell’opera Il semplice riconoscimento dei vizi e delle difformità dell’opera da parte dell’appaltatore implica la superfluità della tempestiva denuncia da parte del committente, ma da esso non deriva automaticamente, in mancanza di un impegno in tal senso, l’assunzione in capo all’appaltatore dell’obbligo di emendare l’opera, che, ove configurabile, è una nuova e distinta obbligazione soggetta al termine di prescrizione decennale; ne consegue che il predetto riconoscimento non impedisce il decorso dei termini brevi della prescrizione ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment