Esercizio abusivo professione: ultime sentenze

Pubblicato il: 14-10-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 17 views | FONTE ORIGINALE

0

Reato di esercizio abusivo della professione: casistica, responsabilità e particolare tenuità del fatto. Quando si configura il reato di esercizio abusivo della professione? E’ applicabile la causa di non punibilità della particolare tenuità del fatto? Per conoscere le risposte a queste e a tante altre domande, leggi le ultime sentenze. Esercizio abusivo della professione Il delitto di esercizio abusivo della professione è integrato ogni qualvolta l’agente sia sfornito del titolo, ovvero non abbia adempiuto alle finalità prescritta, la cui sussistenza deve essere accertata in concreto in relazione alla legittimazione del soggetto. È responsabile del predetto delitto il soggetto che, titolare della qualifica di igienista dentale, abbia posto concretamente in essere, in autonomia, prestazioni odontoiatriche proprie del professionista odontoiatra, pur nel caso in cui si sia avvalso della collaborazione di soggetti dotati del titolo. Tribunale Taranto sez. II, 15/07/2021, n.749 Esercizio abusivo della professione e danni al paziente Posto che la condotta costitutiva dell’abusivo esercizio deve consistere nel compimento di uno o più atti riservati alla attività medica, e che tale professione si può estrinsecare oltre che nella capacità di individuare e diagnosticare le malattie, nel prescriverne la cura, nel somministrare i rimedi, anche nell’utilizzo di tecniche e macchinari particolarmente invasivi finalizzati all’eliminazione di inestetismi, commette il reato ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment