Crocifisso a scuola: cosa dice la legge?

Pubblicato il: 14-10-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 22 views | FONTE ORIGINALE

0

Affissione ed esposizione del crocifisso in classe: si può imporre la religione cattolica a chi è ateo o appartiene ad altre confessioni religiose? Cosa dice la legge in merito all’affissione del crocifisso a scuola? Assolutamente nulla. Diversamente, forse, non ci sarebbe stato bisogno dell’intervento delle Sezioni Unite della Cassazione [1] a colmare questo vuoto normativo. Sono stati dunque i giudici supremi a spiegare se si può esporre il crocifisso in classe o se invece tale condotta può considerarsi come una prevaricazione nei confronti degli atei o degli appartenenti a confessioni religiose diverse.  Per diversi anni, il dibattito pubblico ha sciorinato in tutte le salse questo delicato tema, in una società sempre più multietnica e meno legata alle tradizioni. Le disposizioni che regolano l’arredamento delle classi scolastiche risalgono a regolamenti del 1294 e del 1928, mentre manca una legge del Parlamento. Parlamento che, forse per ragioni di laicità, non ha mai voluto trattare l’argomento. Così, alla fine, la patata bollente è stata scaricata sulla magistratura: perché i giudici, a differenza dei parlamentari, non possono astenersi dal pronunciarsi se viene loro chiesto all’interno di un giudizio. Dunque, per capire se l’affissione del crocifisso nelle aule delle scuole pubbliche sia lecita o meno dobbiamo leggere proprio ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment