Cosa sono le disposizioni per l’attuazione del Codice civile

Pubblicato il: 25-01-2023 | Categoria : Attualità e Società, feed | 16 views | FONTE ORIGINALE

0

Cosa significa “disp. att. c.c.” e perché è importante saperlo; cosa contiene questo gruppo di norme e quali argomenti riguarda.  Se hai mai letto qualche testo scritto in “legalese”, l’ostico linguaggio giuridico dedicato agli addetti ai lavori, ti sarai per forza imbattuto nella scritta «disp. att. c.c.» che è l’abbreviazione di disposizioni per l’attuazione del Codice civile. Ma cosa significano queste norme e perché sono importanti? Devi sapere che le sigle che ormai spopolano nella terminologia giuridica e nelle definizioni tecniche e sono entrate anche nel linguaggio corrente (si pensi alla Scia, segnalazione certificata di inizio attività, al Mef, ministero dell’Economia e Finanze, all’Isee, Indicatore della situazione economica equivalente, e gli esempi potrebbero continuare) non sono un’invenzione dei giorni nostri: le disposizioni per l’attuazione del Codice civile risalgono al 1942 e sono tuttora vigenti, con qualche rimaneggiamento avvenuto nel corso degli anni. In altre parole, sono norme più antiche della Costituzione della Repubblica Italiana, e alcune di esse (non tutte) sono più vitali che mai. E in questo, come vedrai adesso, assomigliano parecchio al Codice civile di riferimento, che negli ultimi anni è andato, almeno in alcune parti, un po’ in declino, perdendo parecchia della sua antica centralità in favore di norme ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment