Come sceglie il datore di lavoro chi licenziare?

Pubblicato il: 26-01-2023 | Categoria : Attualità e Società, feed | 13 views | FONTE ORIGINALE

0

Crisi d’azienda: l’imprenditore deve motivare perché intende licenziare solo i dipendenti di un settore. Ti sarai probabilmente chiesto come sceglie il datore di lavoro chi licenziare quando, nello stesso reparto, operano altre persone che svolgono la tua stessa mansione. Quali sono, se esistono, i criteri che determinano l’individuazione del dipendente da licenziare? Come si decide quale lavoratore è in esubero? Cerchiamo di fornire alcuni chiarimenti in merito alla luce delle più recenti sentenze della Cassazione. È stata proprio la Cassazione infatti, come vedremo a breve, a colmare una lacuna legislativa. Difatti nulla viene previsto per i cosiddetti “licenziamenti individuali” mentre esiste un’apposita disciplina per i licenziamenti collettivi.  Prima però di entrare nel vivo del discorso, ricordiamo che i licenziamenti sono di tre tipi: licenziamento per giustificato motivo oggettivo: si tratta del licenziamento determinato da ragioni economiche, collegate cioè alla produzione e all’organizzazione dell’azienda. È quello che scatta in caso di crisi, sostituzione dei dipendenti con software o robot, ristrutturazione interna (anche se determinata dalla volontà di aumentare gli utili), cessazione delle mansioni o di un ramo d’azienda, esternalizzazione di uno o più compiti, ecc.; licenziamento per giustificato motivo soggettivo: è un licenziamento per motivi disciplinari, collegati cioè alla condotta gravemente colpevole del dipendente. Prima ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment