Come ottenere il rimborso delle tasse pagate in eccesso

Pubblicato il: 25-01-2023 | Categoria : Attualità e Società, feed | 15 views | FONTE ORIGINALE

0

Come farsi restituire l’Irpef, l’Iva o altre imposte versate in eccedenza rispetto al dovuto: a chi presentare l’istanza; come e quando avvengono i pagamenti. Un bel giorno scopri di aver pagato troppe imposte sui redditi, o dell’Iva in più rispetto al dovuto. Abbiamo detto un bel giorno, perché le opzioni per farsi restituire l’eccedenza ci sono, se non sono passati troppi anni. Vediamo subito come ottenere il rimborso delle tasse pagate in eccesso: a chi chiederlo, come fare domanda e dove ricevere i pagamenti. Rimborso tasse pagate in più: entro quando va chiesto? Iniziamo col rispondere a questa fondamentale domanda perché il vero nemico del rimborso delle tasse pagate in eccesso è il tempo: oltre i termini di prescrizione e di decadenza che ora ti illustriamo non è più possibile chiederlo, e le somme sono definitivamente perse. Il termine di prescrizione generale è quello, ordinario, decennale, ma la “trappola” sta nel fatto che l’istanza di rimborso, per essere accoglibile, va presentata entro un termine molto più breve, previsto a pena di decadenza, che, precisamente, è: di 48 mesi dalla data di esecuzione dei versamenti Irpef (o di altre imposte sui redditi, come l’Ires) eccedenti, o di prelevamento eccessivo di ritenute alla fonte da parte del ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment