Avvocati: nuova crisi in vista

Pubblicato il: 25-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 20 views | FONTE ORIGINALE

0

Più spazio ai giudizi fuori dai tribunali: come il Pnrr cambierà ulteriormente la giustizia e metterà in ginocchio gli avvocati. La prima vera crisi dell’avvocatura arrivò quando si pensò di degiurisdizionalizzare la giustizia attraverso la mediazione, la negoziazione assistita e le separazioni, divorzi e revisioni dell’assegno di mantenimento in Comune. Non certo che questo fosse un male: alla fine, ciò che conta, è sempre l’interesse dell’ultimo anello della catena, il cittadino. Ma la classe dei legali subì un tracollo. A cui si aggiunse il fatto che, proprio in quegli anni, arrivò la profonda crisi economica che tutt’ora – complice anche il Covid – si trascina. Ecco che allora, a leggere le pagine del Pnrr, si capisce che una nuova crisi è in vista per gli avvocati. Crisi determinata dall’esigenza del Pnrr di tagliare i tempi della giustizia e di ridurre il carico dei tribunali. E se già numerosi avvocati stanno riprendendo i libri per partecipare ai concorsi per l’assegnazione di posti come cancelliere, insegnanti e nell’ufficio del processo c’è da ritenere che il trend, nei prossimi anni, crescerà piuttosto che aumentare.  L’obiettivo della riforma in arrivo è quello di ridurre del 40% in cinque anni la durata dei giudizi. Il testo complessivo della ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment