Assente alla visita fiscale: quando non si perde il lavoro

Pubblicato il: 26-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 27 views | FONTE ORIGINALE

0

Visita di controllo da parte del medico dell’Inps: conseguenze dell’assenza all’accertamento sanitario, variazione dell’indirizzo di reperibilità. La visita fiscale consiste in un accertamento sanitario, da parte di un medico incaricato dall’Inps (d’ufficio, o su richiesta del datore di lavoro), nei confronti del lavoratore assente per malattia, normalmente presso il domicilio di quest’ultimo. Qualora il lavoratore non sia reperibile al domicilio indicato per il controllo, rischia l’applicazione di sanzioni disciplinari da parte del datore di lavoro, nonché la riduzione o la perdita dell’indennità di malattia eventualmente corrisposta. Osserviamo nel dettaglio quali sono le conseguenze per il dipendente assente alla visita fiscale: quando non si perde il lavoro? In argomento, si è di recente pronunciata la Cassazione [1], con particolare riferimento alle ipotesi in cui il dipendente risulti assente alla visita fiscale per via del cambio di indirizzo. A questo proposito, è importante sapere che il lavoratore può variare il domicilio indicato nel certificato medico di malattia, comunicando il nuovo indirizzo di reperibilità attraverso la funzione, disponibile nel portale web dell’Inps, “Indirizzo reperibilità ai fini delle visite mediche di controllo”; è possibile variare il domicilio più volte nell’arco di una stessa assenza per malattia. Il dipendente deve comunque avvisare immediatamente anche il datore di lavoro e attenersi ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment