Accesso Ztl con contrassegno disabili

Pubblicato il: 14-01-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 22 views | FONTE ORIGINALE

0

La circolazione nella zona a traffico limitato è consentita al disabile munito di autorizzazione del Comune ma solo se lui è a bordo dell’auto. Si può utilizzare l’auto con il pass invalidi per entrare nelle zone a traffico limitato. Ma cosa potrebbe succedere se le telecamere del Comune dovessero rilevare che, all’interno del veicolo, non vi è il disabile a cui è stata rilasciata l’autorizzazione e che la stessa viene utilizzata da un suo familiare? La multa per accesso nelle Ztl con contrassegno disabili può considerarsi valida o può essere contestata?  La risposta è stata fornita da una recente sentenza della Cassazione [1].  Partiamo dal principio secondo cui, per evitare la multa, è necessario esporre il contrassegno in questione. Il contrassegno può essere posizionato sia sulla macchina del portatore di handicap che su quella di un terzo, ma in quest’ultimo caso il titolare dell’autorizzazione deve essere fisicamente presente.  Proprio per questo, secondo i giudici della Suprema Corte, la circolazione in zone a traffico limitato è consentita, e di conseguenza la multa è illegittima, solo se l’autovettura viene usata per trasportare la persona invalida titolare del relativo contrassegno. È quindi necessaria la presenza fisica di questo soggetto in macchina e non basta solo avere il pass. ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment