Difensore patrimoniale: chi è e cosa fa?

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

0

Come proteggere il proprio patrimonio dai debiti? Per fare consulenze fiscali e tributarie serve la laurea? Come funzionano le cartelle esattoriali? Le attività lavorative si adeguano ai tempi che viviamo. Se è vero che ci sono professioni “evergreen” che sembrano non tramontare mai (medico, notaio, ingegnere, ecc.), ne esistono altre un tempo sconosciute che, invece, ora sembrano farsi strada tra quelle più affermate e note. Con questo articolo vedremo chi è e cosa fa il difensore patrimoniale. Come meglio diremo nel prosieguo, per fare il difensore patrimoniale non occorre necessariamente conseguire la laurea: anche un semplice diploma può bastare per svolgere al meglio questo mestiere. Ovviamente, ciò da cui non si può prescindere è una solida conoscenza del Fisco e, soprattutto, del diritto. Per tale ragione, anche un avvocato potrebbe validamente svolgere le funzioni tipiche del difensore patrimoniale. Chi è e cosa fa? Scopriamolo insieme. Difensore patrimoniale: chi è? Il difensore patrimoniale è un ......

 

Anno sabbatico: cos’è e chi ne ha diritto?

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

0

Quando è possibile prendersi un periodo di pausa al lavoro? Ci sono dei motivi da dichiarare al datore? Per quanto tempo si mantiene il posto? Hai presente quando sei alla frutta? Quando senti il bisogno di staccare da tutto e di prenderti una pausa dalla quotidianità? Quando il corpo ti chiede di fermarti e la mente di rispondere con i fatti alla domanda che ti poni ogni giorno: «Ma chi me lo fa fare tutto questo»? Istintivamente, si respinge l’idea di fare, come nella Formula 1, uno «stop and go», sosta e ripartenza: come si fa ad andare avanti senza uno stipendio? Poi, ti alzi, vai al lavoro e arriva un certo punto in cui riformuli la domanda: come si fa ad andare avanti senza una vita? E senti di nuovo la necessità di spegnere l’interruttore e di prenderti quello che in giro si sente chiamare anno sabbatico: che cos’è e ......

 

Multa per alcoltest con errore dell’etilometro

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

0

Che significa il messaggio «volume insufficiente» sul risultato del controllo? Quando si evita la sanzione? Chi è al volante, soprattutto la sera, e si trova davanti la paletta di un poliziotto sa che con molta probabilità gli toccherà fare l’alcoltest. Nell’arco di pochi secondi, gli passa per la mente il film delle ultime ore: «Quanto ho bevuto? Quanto ho mangiato? Quanto tempo è passato dall’ultima birra o dall’ultimo bicchierino? Adesso, rischio patente e macchina?». Domande in rapida successione, sempre se si è in grado di ragionare. Se avanza tempo (è impressionante con quale rapidità si riesce a pensare quando lo si fa alla disperata) cercherà una scusa per giustificare un eventuale «positivo» e pregherà affinché il dispositivo per il controllo sia guasto o abbia qualche problema. Perché se si fa l’alcoltest con errore dell’etilometro, si paga la multa o si annulla il tutto? Dipende dall’errore. Ce n’è uno, però, sul quale l’agente ......

 

Quando devo pagare le tasse?

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

0

Scadenze fiscali: il calendario dei versamenti Irpef, Iva, Ires, Imu, Tari e bollo auto. Ogni anno, bisogna fare i conti col Fisco e le imposte da versare sono quasi sempre pesanti. Il problema è aggravato dal fatto che le scadenze arrivano a raffica e si concentrano in alcuni periodi, come i mesi di giugno e dicembre. Ogni imposta ha i suoi termini e così, quando essi si accavallano, si verifica un ingorgo fiscale che mette a dura prova i contribuenti. Per fronteggiare queste ondate, ognuno di noi dovrebbe pianificare al meglio i suoi adempimenti e chiedersi in anticipo: quando devo pagare le tasse? Per tutte le imposte i termini di liquidazione, dichiarazione e versamento sono prestabiliti e, dunque, certi: non ci sono sorprese. Tenendo presente l’arrivo delle scadenze diventa possibile organizzarsi al meglio. In molti casi, il compito è agevolato dal fatto che i lavoratori dipendenti e i pensionati hanno le trattenute ......

 

Borse di studio: rientrano nel reddito di lavoro dipendente?

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

0

Qual è il regime fiscale delle borse di studio, quali obblighi dichiarativi ha il percettore e come vengono tassate se si percepiscono altri redditi? Sei uno studente lavoratore e un bel giorno hai ottenuto l’assegnazione di una borsa di studio. Questo contributo esterno ti consente di finanziare, in tutto o in buona parte, il percorso universitario al quale ti stai dedicando: grazie a questo sostegno potrai farlo senza sottrarre risorse economiche alle tue necessità di vita, ma bisogna sempre fare i conti con le tasse da pagare. Così non guardi soltanto al netto della cifra che hai ricevuto, ma ti chiedi quali obblighi fiscali esistono in proposito e soprattutto se le borse di studio rientrano nei redditi di lavoro dipendente. In caso affermativo dovrai dichiarare le somme che hai percepito ed esse si cumuleranno agli altri redditi: le imposte potrebbero portarsi via una fetta consistente di quanto avevi ottenuto. Si tratta, quindi, ......

 

Abuso edilizio e responsabilità del coniuge: Cassazione

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

0

Denuncia e responsabilità penale per il reato di abuso: corresponsabilità del coniuge in comunione dei beni e comproprietario dell’immobile su cui grava l’abuso edilizio.  Attività edificatoria e responsabilità di un coniuge per il fatto materialmente commesso dall’altro La responsabilità di un coniuge per il fatto materialmente commesso dall’altro può essere rilevata sulla base di oggettivi elementi di valutazione quali il comune interesse all’edificazione, il regime di comunione dei beni, l’acquiescenza all’esecuzione dell’intervento, la presenza sul luogo di esecuzione dei lavori, l’espletamento di attività di controllo sull’esecuzione dei lavori, la presentazione di istanze o richieste concernenti l’immobile o l’esecuzione di attività indicative di una partecipazione all’attività illecita. Cassazione penale sez. III, 12/03/2021, n.13276 L’individuazione del comproprietario non committente responsabile dell’abuso edilizio è desumibile da elementi oggettivi di natura indiziaria L’individuazione del comproprietario non committente quale soggetto responsabile dell’abuso edilizio può essere desunta da elementi oggettivi di natura indiziaria della compartecipazione, anche morale, alla realizzazione del manufatto, ......

 

Articolo 47 Costituzione italiana: spiegazione e commento

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

0

Cosa dice e cosa significa l’art. 47 sulla tutela del risparmio e il diritto alla casa. La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito. Favorisce l’accesso del risparmio popolare alla proprietà dell’abitazione, alla proprietà diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese.  La tutela del risparmio L’Italia è da sempre uno Stato di risparmiatori. Ragioni storiche e sociali hanno portato il nostro popolo a non fidarsi troppo degli investimenti e a tenere sempre da parte un gruzzoletto da cui attingere nel caso in cui il futuro celi brutte sorprese. Non c’è da meravigliarsene vista l’instabilità politica ed economica che il nostro Paese, prima della Repubblica, ha sempre dovuto affrontare (e, in parte, l’affronta tutt’oggi). Ragion per cui l’articolo 47 della Costituzione si prefigge di incoraggiare e tutelare il risparmio in tutte le sue forme: sia quello ......

 

Casa su suolo di proprietà di un coniuge: Cassazione

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

0

Resta escluso dalla comunione legale l’immobile costruito, in costanza di matrimonio, sul terreno di proprietà esclusiva di uno dei due coniugi: le disposizioni sull’accessione prevalgono sempre sulla disciplina che regola i rapporti patrimoniali dei coniugi, fatto salvo, per il coniuge non proprietario, il riconoscimento del diritto di ripetere nei confronti dell’altro quanto eventualmente speso per la costruzione. La Corte di Cassazione si è spesso pronunciata in merito alla proprietà della casa costruita da un coniuge sul suolo di proprietà dell’altro. In tali casi si applica il cosiddetto principio di accessione in forza del quale il titolare del suolo acquista la proprietà anche di tutte le costruzioni su di esso erette, indipendentemente da chi le abbia realizzate e ne abbia sostenuto le relative spese.  Cass., Sez. Un.,16 febbraio 2018 n. 3873, ha indicato una serie di importanti principi in merito all’operatività del principio dell’accessione di cui all’art. 934 c.c. nel caso di costruzione ......

 

Tutela della privacy di persona deceduta

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

Gli eredi possono avere accesso ai dati bancari, sanitari, Inps e al cloud dello smartphone del parente defunto? La disciplina in materia di tutela dei dati personali riconosce a chiunque vi abbia interesse, e dunque anche agli eredi, il diritto di accedere ai dati di una persona deceduta. Tuttavia, anche le persone passate a miglior vita hanno diritto alla tutela della privacy. Questa tutela si manifesta in due modi: da un lato, non è concesso a chiunque di accedere ai relativi dati, ma solo a coloro che sono portatori di un interesse ritenuto meritevole di tutela; dall’altro lato, non tutti i dati possono essere accessibili a terzi. Di recente, il problema della tutela della privacy di persona deceduta si è posto con riferimento ai dati in possesso dell’Inps, della banca e, soprattutto, in merito alle informazioni contenute in un cloud a cui sia collegato lo smartphone (si pensi, ad esempio, alla collezione ......

 

La polizza vita è cumulabile con l’eredità?

Pubblicato il: 18-01-2022 | In : Attualità e Società, feed

0

Tutela dei legittimari per l’assicurazione “caso morte”: il beneficiario del risarcimento è tenuto a restituire agli altri eredi i premi versati dall’assicurato.  Spesso, al momento della morte di una persona, si scopre che questa aveva stipulato una polizza vita a favore di uno o più eredi. Gli altri familiari potrebbero, in tali ipotesi, far valere la differenza di trattamento e quindi chiedere, proprio in ragione della loro esclusione, una parte più consistente del patrimonio ereditario? La polizza vita è cumulabile con l’eredità? Cerchiamo di fare il punto della situazione. Cos’è la polizza vita L’assicurazione sulla vita (detta anche polizza vita) è il contratto con cui una parte (assicuratore), dietro il pagamento di un premio da parte di un soggetto (contraente-assicurato), si obbliga a pagare un capitale o una rendita ad un altro soggetto (beneficiario) al verificarsi di un evento attinente alla vita umana dell’assicurato. Può essere stipulata per finalità differenti. Il contraente, ad esempio, ......