Vicino rumoroso: un solo inquilino può farlo condannare?

Pubblicato il: 14-09-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 6 views | FONTE ORIGINALE

0

Microfono per registrare rumori molesti e per dimostrare al giudice che il rumore è intollerabile. Nel tuo palazzo c’è un condomino che fa continuamente rumore senza preoccuparsi del disturbo che provoca. Non sei il solo ad essere molestato: quasi tutti se ne lamentano ma sino ad oggi non è stato fatto nulla. Tu vorresti fare qualcosa ma gli altri vicini di casa appaiono più remissivi: non si vogliono impelagare in questioni legali e forse temono ritorsioni. Ti chiedi a questo punto se puoi agire singolarmente per farlo condannare o se dovete procedere tutti insieme. Quale ruolo ha l’amministratore in questo? Può rappresentare i vostri interessi? Non di meno, ti chiedi come dimostrare il rumore prodotto: se cioè c’è bisogno di un registratore, di un tecnico di parte, dell’arrivo dei carabinieri, ecc. Insomma, l’esigenza di una risposta a tutti questi interrogativi ti spinge a consultare un avvocato. A lui innanzitutto chiedi: in caso di vicino rumoroso, un solo inquilino può farlo condannare? E con quali prove? Ecco alcuni importanti chiarimenti che tengono conto dei recenti orientamenti giurisprudenziali.  Come stabilire se un rumore è vietato Quando si ha a che fare con i rumori, si può agire solo se questi diventano “intollerabili”. La legge parla ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment