Tutto ciò che un avvocato non può dirti

Pubblicato il: 21-09-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 11 views | FONTE ORIGINALE

0

Rapporti avvocato-cliente: quando il professionista viola la deontologia forense.  Ci sono alcune parole che un avvocato non può mai dirti, pena un illecito disciplinare e la possibilità di essere sospeso dall’esercizio della professione. Lo sanno bene le numerose sentenze del Cnf che hanno sanzionato legali poco ligi alle regole deontologiche. Regole, invero, scritte in modo assai generico e quindi interpretabili con una certa elasticità a seconda del caso. In molti casi, però, si è trattato di veri e propri abusi da parte degli avvocati, realizzati grazie all’ignoranza del cliente e alla sua tacita accondiscendenza a quelle che ritiene “condizioni contrattuali” tipiche del mercato. Il fatto però che «così fan tutti» non significa giustificare le violazioni. Ecco allora tutto ciò che un avvocato non può dirti e dinanzi a cui puoi presentare un esposto al Consiglio dell’Ordine distrettuale. Paghi solo in caso di vittoria Un avvocato non può attrarre clienti con lo slogan pubblicitario «paghi solo in caso di vittoria» e poi chiedere comunque un rimborso delle spese vive. Questo comportamento è stato ritenuto dal Cnf contrario ai doveri di fornire al cliente un’informazione veritiera e non ingannevole [1].  Prima consulenza gratuita In linea generale, l’avvocato può ben scrivere, su un sito internet o su un ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment