Trasferimento dipendente pubblico: ultime sentenze

Pubblicato il: 13-10-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 20 views | FONTE ORIGINALE

0

Diritto del dipendente pubblico alla scelta della sede di lavoro più vicina al domicilio della persona da assistere; condizioni e presupposti di riconoscimento del trasferimento. Trasferimento per ragioni familiari del dipendente pubblico La posizione del dipendente pubblico che, invocando la legge 104/1992, chieda per ragioni familiari l’assegnazione per il trasferimento ad altra sede di servizio si qualifica come interesse legittimo pretensivo, siccome la locuzione “ove possibile” contenuta nell’articolo 33 comma 5 legge 104 del 1992 espressamente limita il diritto del lavoratore (di cui al comma 3) ad ottenere il trasferimento in una sede di servizio più vicina che gli consenta di prestare assistenza al familiare con handicap in situazione di gravità, legittimando solo il trasferimento compatibile con le esigenze organizzative e di efficienza complessiva del servizio, la cui valutazione pertiene alla discrezionalità della P.A. T.A.R. Bari, (Puglia) sez. I, 15/07/2021, n.1215 Indennità di trasferimento: quando spetta? Il trasferimento del militare ad altra sede, disposto a seguito della soppressione dell’ente o della struttura alla quale il suddetto dipendente era originariamente assegnato, si qualifica necessariamente come trasferimento d’ufficio in quanto palesemente preordinato alla soluzione di un problema insorto a seguito di una scelta organizzativa della stessa Amministrazione e, quindi, alla tutela di un pubblico interesse. Consiglio di Stato sez. II, ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment