Terrazza a livello condominiale: si può usucapire?

Pubblicato il: 25-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 22 views | FONTE ORIGINALE

0

Il possesso continuo, pacifico e ininterrotto del lastrico o del terrazzo consente di acquistarne la proprietà per usucapione? La caratteristica principale di ogni condominio è la compresenza di parti di proprietà esclusiva (le abitazioni e le relative pertinenze) con parti di proprietà comune (scale, cortile, ascensore, ecc.). Queste ultime sono al servizio dell’intero edificio, il quale senza di esse non potrebbe nemmeno immaginarsi: si pensi al condominio senza tetto o senza vano scale. Le parti comuni sono dunque ad uso di tutti; ciò non toglie, però, che alcuni possano farne un utilizzo più intenso di altri: è il caso di chi “approfitta” della facciata condominiale per apporre la tabella del proprio studio professionale. Fino a che punto può giungere l’utilizzo, da parte del singolo condominio, del bene comune? Si può arrivare a usucapire la terrazza a livello condominiale? Com’è noto praticamente a tutti, l’usucapione comporta un possesso, continuo e pacifico, che si tramuta nel tempo in proprietà. In pratica, è come se la legge premiasse colui che si è preso cura di un bene pur non essendone il formale titolare ma, di fatto, comportandosi come se fosse tale. Da ciò deriva che la proprietà, sebbene non soggetta a prescrizione, può perdersi ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment