Nicola Fasano pubblica “Another Round”, in collaborazione con Pitbull, Alex Guesta e …

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Kumusic, agenzia italiana che da tempo fa crescere e conoscere dj, club, agenzie di management, festival, label ed altre legate allo show business, continua la sua partnership con Nicola Fasano, uno dei dj producer italiani più noti ed attivi nel mondo.

Alberto Salaorni & Al-B.Band: tanti concerti tra gennaio e febbraio 2018

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Tra gennaio e febbraio, le live band ed i dj, di solito, si riposano un po' ed il loro calendario, spesso fittissimo, diventa appena più rarefatto.

Modular 58 – Magenta (MI) presenta Masterclass Plugin (One Day). Fino al 28/02 sconto del 15%

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Ciò che differenzia una buona produzione da una standard, spesso, è l'utilizzo del Plugin giusto, di quella sonorità che riesce a fare la differenza, ovvero fa risaltare la canzone, la voce, la melodia, oppure il ritmo... Ecco perché Modular 58, urban production room a Magenta (MI), ha scelto di organizzare un Masterclass di un giorno dedicato proprio ai Plugin. La bella notizia è anche che questo Master è scontato del 15% per chi si prenota entro il 28 febbraio 2018.

Chi è GZL, il creatore di “Devils”, successo techno prodotto da Petra Beat Records

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

AllaDiscoteca, il blog che balla curato, condotto & prodotto (etc) da Lorenzo Tiezzi e dalla sua agenzia ltc, ha fatto quattro chiacchiere con GZL, talento nato in casa Petra Beat Records che con "Devils" ha prodotto un vero successo techno 

Paul Jockey remixa Alex Guesta ft Benzly Hype & Raphael – Dance 4 Me (promoted by Kumusic)

Posted on : 19-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Il 22 gennaio 2018 esce su Undertown Records un nuovo remix firmato dal dj producer italiano Paul Jockey.

WhatsApp, supporto integrato ai video di YouTube

Posted on : 18-01-2018 | By : admin | In : feed, Informatica, Tecnologia

0

whatsapp

WhatsApp ha testato in questi mesi una nuova importante funzionalità che consentirà di visualizzare i video di YouTube direttamente nell’applicazione. Il noto client di messaggistica per smartphone permetterà (dal prossimo imminente aggiornamento) agli utenti di visualizzare i video di YouTube condivisi nelle chat senza aprire l’app di Google per fruire del video.

Whatsapp e youtube

A partire da subito(è necessario ovviamente aggiornare l’app all’ultima versione) quando invierete o riceverete il link ad un video YouTube sarà possibile interagire per visualizzarlo. Una volta premuto il tasto play, si avvierà un piccolo player “interno” che permetterà la visualizzazione e l’ingrandimento del video a tutto schermo.

Una funzionalità sicuramente utile, ottima per evitare di “lasciare” come avveniva prima.

Sfortunatamente, nel momento in cui scriviamo, questa funzione non è attualmente disponibile per gli utenti di Android e Windows Phone (praticamente lo è solo per chi possiede un iphone) e sembra che al momento non siano in programma di introdurla.

Eccovi una screenshow pubblicata dal famoso account che si occupa dei test dell’app:

whatsapp youtube

Fabbrica di Pedavena Lago di Levico (TN): 17/1 Reggaeton in Fabbrica, 19/1 Fabbrica Live: …

Posted on : 18-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Reggaeton in Fabbrica è un appuntamento sempre più amato e frequentato. E' il sound del momento ed imparare a muoversi al suo ritmo potrebbe essere una buona idea. L'ingresso è sempre gratuito ed il divertimento scatenato garantito.  Al mixer c'è Javi de Cuba DJ, alla voce arriva Alan Fernandez. Ingresso libero e cons. facoltativa come sempre in Fabbrica.

#Costez: 19/1 Play With Us @ Hotel Costez – Cazzago, 20/1 Show Time & 27/1 Vida Loca @ …

Posted on : 18-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Già in programma tre party decisamente hot per l'universo Costez nella seconda metà di gennaio. Il brand creato da Paolo e Francesco Battaglia continua a proporre eventi che sanno stupire

20/01 Leo Bonarrivo @ Pelledoca – Milano

Posted on : 18-01-2018 | By : admin | In : feed, Musica e Spettacolo

0

Sabato 20 gennaio al mixer del Pelledoca - Milano arriva il dj producer siciliano Leo Bonarrivo.

Pensioni 2018, Ape con un anno di arretrati

Posted on : 17-01-2018 | By : admin | In : Attualità e Società, feed

0

Possibilità di chiedere l’Ape volontario e di ottenere gli arretrati dal 1° maggio 2017.

Arrivato il tanto atteso via libera del Governo agli accordi quadro con banche e assicurazioni, l’accesso all’Ape volontario si avvicina, anche se si stima che i primi assegni saranno pagati non prima di maggio 2018, considerando le tempistiche relative alla certificazione dei requisiti da parte dell’Inps ed i vari passaggi burocratici. Chi richiederà il prestito, però, avrà la possibilità di chiedere l’Ape con un anno di arretrati: per la precisione, saranno pagati gli importi dovuti dal 1° maggio 2017, data in cui l’Ape volontario sarebbe già dovuto essere operativo.

Ottenere un anno intero di arretrati, certamente, sarà un’ottima iniezione di liquidità di cui molti hanno bisogno, ma una “manna dal cielo” che costa piuttosto cara: a differenza dell’Ape sociale, difatti, l’Ape volontario è a titolo oneroso, e comporta penalizzazioni sulla futura pensione non indifferenti, pari a circa il 4,6% per ogni anno di anticipo. Rinunciare agli arretrati, quindi, significa avere quasi il 5% della pensione in più.

In attesa di ulteriori novità sull’operatività dello strumento, facciamo un po’ di chiarezza sul funzionamento dell’Ape volontario.

Come funziona l’Ape volontario

Ricordiamo innanzitutto in che cosa consiste l’Ape volontario: si tratta di una prestazione che accompagna il lavoratore dai 63 anni di età (o dal momento della domanda di trattamento) sino al compimento dell’età per la pensione di vecchiaia. Il lavoratore deve maturare il diritto alla pensione di vecchiaia, in ogni caso, entro 3 anni e 7 mesi, deve possedere almeno 20 anni di contributi e deve risultare iscritto all’Inps.

L’assegno è ottenuto grazie a un prestito bancario, coperto da una polizza assicurativa obbligatoria per il rischio di premorienza, che deve essere restituito in 20 anni, una volta perfezionati i requisiti per la pensione; il trattamento viene corrisposto in 12 quote mensili di pari importo.

L’importo dell’Ape volontario varia, a seconda della durata dell’anticipo richiesto, dal 75% al 90% della futura pensione.

In base all’anticipo richiesto, varia anche il costo del prestito, quindi la sua incidenza sulla pensione: in base alle stime attuali, la penalizzazione sulla pensione varia dal 4,2% al 4,6%, mediamente, per ogni anno di anticipo. A fronte degli interessi sul finanziamento e dei premi assicurativi, comunque, è riconosciuto un credito di imposta annuo nella misura massima del 50%dell’importo, pari a un ventesimo degli interessi e dei premi assicurativi complessivamente pattuiti nei relativi contratti.

Chi ha diritto all’Ape volontario

Vediamo ora, nello specifico, quali sono i requisiti richiesti per ottenere l’Ape volontario:

  • essere iscritti all’Assicurazione generale obbligatoria (Ago), alle forme sostitutive ed esclusive o alla gestione separata dell’Inps;
  • possedere un’età anagrafica minima di 63 anni;
  • ottenere la maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia entro 3 anni e 7 mesi;
  • possedere almeno 20 anni di contributi;
  • aver diritto a una pensione pari almeno a 1,4 volte il trattamento minimo (al netto della rata di ammortamento dell’Ape), cioè pari a 710,38 euro (valore valido a partire dal 2018);
  • non essere già titolare di un trattamento pensionistico diretto.

Per ottenere l’anticipo, poi, il rateo relativo all’Ape volontario, da solo o assieme ad altri debiti pregressi, non deve superare il 30% della pensione. Inoltre la misura è preclusa per i protestati, per i cattivi pagatori, per chi ha subito pignoramenti, crisi da sovraindebitamento; per approfondire: Niente Ape per chi ha debiti.

Come si chiede l’Ape volontario

La procedura per richiedere l’Ape volontario, descritta nel relativo decreto attuativo. E piuttosto complessa e si articola in vari passaggi, dalla certificazione del diritto alla firma del contratto di prestito. Per sapere, passaggio dopo passaggio, come procedere: Come chiedere l’Ape