Si possono far pagare all’inquilino le tasse sulla casa?

Pubblicato il: 22-09-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 20 views | FONTE ORIGINALE

0

La clausola contrattuale che onera il conduttore delle imposte gravanti sull’immobile locato è legittima? Mantenere una “seconda casa” è costoso non tanto per le spese condominiali e di gestione ordinaria che bisogna periodicamente sostenere quanto, più che altro, per il carico fiscale che essa comporta. Il peso delle imposte è elevato: sulla seconda casa bisogna infatti pagare l’Imu (l’imposta municipale sugli immobili che, invece, non è dovuta per l’abitazione principale) nonché – anche se disabitata – la Tari (l’imposta sui rifiuti).  A volte, dare in locazione l’immobile non serve ad ammortizzare tutte queste spese. Ecco perché ci si chiede se si possono far pagare all’inquilino le tasse sulla casa. La questione è stata più volte oggetto di interpretazione da parte della Cassazione, sia con riferimento agli immobili a uso abitativo che a uso commerciale. Ecco cosa bisogna sapere sull’argomento e quali imposte si possono scaricare sull’affittuario. Casa in affitto: chi paga le tasse? Per quanto riguarda l’Imu, il soggetto passivo d’imposta – colui cioè che, nei confronti dello Stato, è responsabile per il pagamento dei tributi – è sempre il proprietario dell’immobile, l’usufruttuario, il comodatario o il titolare del diritto di abitazione.  Questo significa che, in caso di affitto, a dover pagare l’Imu sarà il ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment