Separazione e vendita della casa coniugale

Pubblicato il: 15-06-2019 | Categoria : Attualità e Società, feed | 18 views | FONTE ORIGINALE

0

Appartamento di mia proprietà. Pre separazione ho concordato verbalmente con la mia ex che doveva lasciare casa. Non ha mantenuto la parola. Visto il degrado della vita coniugale, ho preferito andare io via. L’accordo era che in caso di vendita si sarebbe trasferita, con affitto, trasloco e altro a carico mio.  L’agenzia immobiliare aveva trovato un compratore, ma la mia ex  non ha fatto entrare agente e compratore, su consiglio del suo avvocato. Ho ricevuto una lettera dal suo avvocato che mi vieta di vendere l’appartamento e chiede arretrati. Può l’avvocato vietare la vendita di immobili con mutuo esoso a persona in gravi difficoltà economiche che deve vendere per sopravvivere?  Se la casa è di proprietà del lettore, anche se fosse stata assegnata dal giudice a sua moglie, potrebbe comunque venderla: questo perché l’assegnazione della casa coniugale costituisce un diritto personale di godimento ma non è in alcun modo assimilabile ad un diritto reale (Corte di Cassazione, sentenza del 19.07.2012 n.12466).  Pertanto, il lettore potrà vendere l’appartamento, ma sua moglie conserverà il diritto di abitarvi, in quanto tale diritto è opponibile ai terzi («il provvedimento giudiziale di assegnazione della casa familiare al coniuge affidatario, avendo per definizione data certa, è opponibile al ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment