Rubare in spiaggia ora è più grave

Pubblicato il: 24-06-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 25 views | FONTE ORIGINALE

0

Per la Cassazione è corretto applicare un’aggravante al ladro che entra in azione in spiaggia rubando la borsa alla proprietaria intenta a fare il bagno.  È capitato a tutti di andare al mare e, tra un tuffo e l’altro, avere sempre lo sguardo rivolto all’ombrellone e allo zaino lasciato semi incustodito sulla spiaggia, giusto il tempo di un bagno. E sicuramente è capitato a tutti anche di conoscere qualcuno (o di essere stati vittime in prima persona) che alla fine, magari proprio nei pochi secondi passati sott’acqua o durante un pisolino sotto al sole, è stato velocemente derubato da qualcuno che, passando di lì, ha approfittato di quell’attimo di distrazione. Bene, da oggi, il ladro dalla mano lesta dovrà valutare bene se appropriarsi del portafoglio o dello zaino altrui in spiaggia perché per lui, nel caso in cui decidesse di agire e venisse scoperto, la pena sarebbe più severa. Nello specifico, la Cassazione ha ribadito un importante principio pronunciandosi [1] sul ricorso di un giovane imputato, condannato nei primi due gradi di giudizio per il furto aggravato, in concorso con un minore non imputabile, consistito nel rubare una borsa contenente un portafoglio, un orologio d’oro e un cellulare lasciata momentaneamente incustodita sotto ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment