Riforma pensioni

Pubblicato il: 14-09-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 5 views | FONTE ORIGINALE

0

Pensione anticipata quota 100 e quota 41, proroga Ape e opzione donna, salvaguardia: quali sono i nuovi trattamenti che consentono di uscire prima dal lavoro. L’aumento dell’età pensionabile e degli anni di contributi richiesti per la pensione ha determinato, negli ultimi anni, un notevole inasprimento dei requisiti per l’uscita dal lavoro. Dall’entrata in vigore del decreto Salva Italia in poi, difatti, si assiste a un continuo spostamento in avanti dei requisiti per il pensionamento, dovuto sia alle severe condizioni imposte dalla riforma Fornero, sia ai frequenti adeguamenti dei requisiti alla speranza di vita media. È in questo contesto che andranno ad inserirsi i nuovi interventi in materia di previdenza, proposti dall’attuale governo: in base alle più recenti proposte, sarà possibile ottenere la pensione anticipata quando la quota, cioè la somma di età e anni di contributi, sarà almeno pari a 100, oppure al raggiungimento di 41 o 42 anni di contributi complessivi. Inoltre, potrebbe essere prevista la proroga dell’Ape, sia volontario che sociale, dell’opzione donna, ed un nuovo intervento di salvaguardia. Considerata la portata degli interventi, si parla di una vera e propria controriforma Fornero. Le novità, in materia di pensioni, sono quasi quotidiane: in questo articolo cercheremo di fornire, costantemente, un ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment