Restauro beni culturali privati: quando è legale?

Pubblicato il: 25-11-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed | 21 views | FONTE ORIGINALE

0

Beni culturali: cosa sono? Il proprietario può restaurare i beni di pregio storico di cui è titolare? Cos’è la dichiarazione di interesse culturale? L’Italia è un Paese dall’immenso patrimonio culturale, tanto che l’intera penisola, da nord a sud, ospita numerosi siti che sono dichiarati dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. Questa ricchezza però va preservata, innanzitutto dai danni creati dal tempo, con interventi che devono essere autorizzati dallo Stato. Ciò vale anche quando i beni sono di proprietà privata? Come funziona il restauro dei beni culturali privati? Quando è legale? Pensiamo a una persona che si trovi per le mani un oggetto di evidente importanza storica, come ad esempio una cassettiera del XVIII secolo o un mosaico. Trattandosi di una sua proprietà, pensa di poterci fare ciò che vuole, compreso un intervento di restyling, come ad esempio una verniciatura. Questa operazione sarebbe lecita oppure occorrerebbe chiedere il permesso alle autorità competenti? È legale il restauro di beni culturali privati? Scopriamolo insieme. Beni culturali: cosa sono? Per legge [1], sono beni culturali le cose immobili e mobili che presentano interesse artistico, storico, archeologico, archivistico e bibliografico. I beni culturali si contrappongono ai “beni naturali” in quanto questi ultimi sono presenti in natura, mentre i primi sono il prodotto ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment