Referendum per annessione alla Russia: la scelta europea

Pubblicato il: 22-09-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 21 views | FONTE ORIGINALE

0

I paesi esteri che fanno parte della coalizione pro Kiev hanno già messo in chiaro che gli esiti del referendum non avranno alcun effetto legale o politico. I referendum sull’annessione alla Russia di Donetsk, Luhansk e Kherson si terranno dal 23 al 27 settembre, con tanto di minaccia russa di utilizzare «qualsiasi arma, comprese quelle nucleari» per difendere i territori ucraini che verranno annessi. Ma le imminenti votazioni, almeno agli occhi del resto del mondo, non avranno alcuna conseguenza. «I referendum farsa all’interno dei territori occupati dell’Ucraina non avranno alcun effetto legale e politico, anche sullo status della centrale nucleare di Zaporizhzhia». Lo hanno scritto i ministri degli Esteri dei principali Paesi che fanno parte della coalizione pro Kiev, Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Canada, Repubblica di Corea, Svizzera, Stati Uniti e Unione europea, insieme all’Ucraina in una dichiarazione congiunta all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York. E hanno chiesto alla «Federazione Russa di ritirare immediatamente le sue truppe dall’interno dei confini internazionalmente riconosciuti dell’Ucraina e rispettare l’integrità territoriale e la sovranità dell’Ucraina. Se la Federazione Russa dovesse condurre dei falsi referendum all’interno dei territori occupati dell’Ucraina, ribadiamo che questi non avrebbero alcun effetto legale e politico, anche sullo status della centrale ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment