Quote condominiali per casa cointestata: il debito si divide

Pubblicato il: 13-09-2017 | Categoria : Attualità e Società, feed | 9 views | FONTE ORIGINALE

0

Nel caso di morosità nel pagamento delle spese di condomino il marito non risponde della parte di debito della moglie e viceversa. Se moglie e marito sono contitolari dell’appartamento in condominio e non pagano le quote ordinarie e straordinarie all’amministratore, quest’ultimo può agire nei loro confronti con un unico decreto ingiuntivo. Ma attenzione: il giudice può intimare a ciascuno dei due coniugi di pagare ciascuno la propria parte di spese in relazione alla rispettiva quota di proprietà dell’appartamento (ad esempio il 50%). Non sussiste, insomma, nell’ipotesi di una casa cointestata, una responsabilità solidale tra i due titolari. È questa l’interessante e innovativa soluzione offerta dal tribunale di Palermo con una recente sentenza [1]. Per capire meglio il principio sancito dal giudice siciliano ricorriamo a un esempio. Immaginiamo una coppia di coniugi che acquisti una casa. Dopo qualche mese i due dimenticano di pagare il condominio. Le mensilità si accumulano fino a raggiungere un debito cospicuo che i due non riescono a pagare in un’unica soluzione. Naufragati i tentativi di accordo con gli altri condomini, l’amministratore notifica loro un decreto ingiuntivo. Il giudice li condanna a pagare tutti gli arretrati «in via solidale». Che significa questo termine? Che laddove non dovesse pagare uno ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment