Quando revocare una delibera comunale?

Pubblicato il: 12-11-2017 | Categoria : Attualità e Società, feed | 8 views | FONTE ORIGINALE

0

Revoca di una delibera comunale: mi sembra che contrasti con le normative di riferimento europee, nazionale e regionale, emanate dal 2010 in poi. Abbiamo esaminato la questione prospettata riguardante l’eventuale revoca in autotutela della deliberazione del consiglio comunale a seguito della disapplicazione, operata nel suddetto atto deliberativo, di alcune norme di legge vigenti all’epoca di adozione del piano per il commercio su aree pubbliche. Appare evidente come la Pubblica amministrazione abbia sempre la facoltà, se non l’obbligo, di eliminare gli atti amministrativi illegittimi: può farlo sia in sede di riesame dell’atto medesimo, che in seguito ad eventuale ricorso di un controinteressato. Oltre che un obbligo, l’annullamento di un atto può essere la conseguenza di una rilettura dei suoi presupposti, o dei motivi di opportunità che inducono ad una nuova valutazione dell’interesse pubblico nell’ambito di esercizio di un potere discrezionale che, ovviamente, riguarda solo atti non vincolati e rientranti in un’ottica decisionale propria dell’organo. Sono atti vincolati e la cui adozione “consuma” il relativo potere, per esempio, la presa d’atto di una sentenza. Giacché gli atti amministrativi sono atti unilaterali, vi è un’ampia discrezionalità della quale, nel caso in esame, appare opportuno far uso dovendosi prendere atto della illegittimità di un piano ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment