Quando c’è resistenza a un pubblico ufficiale?

Pubblicato il: 07-12-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 26 views | FONTE ORIGINALE

0

Cos’è la resistenza a pubblico ufficiale? Quando si può reagire in presenza di un funzionario pubblico? Quali sono i requisiti della resistenza penalmente rilevante? La legge è uguale per tutti: questo non significa, però, che i reati sono tutti uguali. Mi spiego meglio. L’ordinamento giuridico italiano prevede una serie di condotte al cui verificarsi la legge risponde con la pena della reclusione: si tratta dei reati. I reati consistono in quelle azioni od omissioni che lo Stato ritiene talmente gravi da dover sanzionare con la pena massima, cioè il carcere. Ora, questo non significa che una stessa condotta, commessa in circostanze diverse, sia considerata sempre reato. Ti faccio un esempio: se sei un bagnino e non presti soccorso a chi sta annegando, la legge potrebbe accusarti del reato di omissione di soccorso; se, invece, davanti alla stessa emergenza non intervieni perché non sai nuotare, allora non avrai commesso alcun reato. Altro esempio: se mandi a quel paese una persona qualsiasi, non commetti reato perché, da qualche anno, l’ingiuria non costituisce più illecito penale. Al contrario, se fai la stessa cosa con un poliziotto, un medico o con altra persona che possa essere qualificata come pubblico ufficiale, allora rischi il reato di ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment