Quando c’è omissione di soccorso

Pubblicato il: 11-02-2019 | Categoria : Attualità e Società, feed | 27 views | FONTE ORIGINALE

0

Incidente stradale: chi scappa commette reato solo se ci sono feriti. Tempo fa hai tamponato un’auto. Il conducente è sceso immediatamente per contestarti i danni provocati alla sua macchina. Poi, scorgendo nel tuo comportamento il tentativo di minimizzare gli effetti dell’incidente, ha incalzato la dose fingendosi dolente a una spalla. Irritato per la messinscena, per tutta risposta sei risalito sulla tua auto e te ne sei andato. Ora ti ritrovi con una denuncia. Ti sei subito recato dal tuo avvocato e gli hai detto: «Mi hanno denunciato per omissione di soccorso» sperando che questi potesse darti delle buone notizie. Ma il legale ti ha invece detto che, ogni volta che in un incidente stradale ci sono feriti, è obbligo delle parti aspettare la polizia e, quindi, non allontanarsi. Gli hai fatto notare che non c’è stata alcuna conseguenza fisica per l’altro conducente: si è trattato solo di una farsa messa in atto al solo scopo di ottenere un risarcimento più sostanzioso. Chi ha ragione in una vicenda di questo tipo? A spiegare quando c’è omissione di soccorso è una recente e interessante sentenza della Cassazione [1]. La Corte ricorda quali sono i presupposti del reato previsto dal codice della strada e se ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment