Posso sospendere il pagamento dei contributi della Colf?

Pubblicato il: 07-05-2016 | Categoria : Senza categoria | 501 views | FONTE ORIGINALE

0

Sospensione del versamento dei contributi a favore dei lavoratori domestici: quando è possibile, quale procedura seguire.   Può capitare che la colf si assenti per un lungo periodo: questo può accadere per motivi personali, per malattia o infortunio o per la fruizione dell’astensione obbligatoria per maternità. In questi casi il datore di lavoro domestico non è tenuto a pagare i contributi: per la precisione, durante il congedo di maternità sono accreditati i contributi figurativi da parte dell’Inps, mentre per malattia e infortunio il datore è obbligato a pagare contributi e stipendio solo sino a 15 giorni di assenza (per i lavoratori con maggiore anzianità; sino a un massimo di 3 giorni per l’infortunio); in caso di aspettativa il datore non ha alcun obbligo contributivo e retributivo. Ma come si fa a sospendere il pagamento dei contributi, dato che l’Inps invia periodicamente i bollettini MAV?     Colf: come sospendere i contributi Per sospendere il pagamento dei contributi dei lavoratori domestici l’Inps ha predisposto, all’interno del suo portale web, un nuovo servizio, disponibile nella sezione Servizi Online attraverso il seguente percorso: “Servizi per il cittadino – Lavoratori domestici – Autenticazione con PIN/CNS – Sospensione obbligo contributivo”.   La procedura consente di comunicare la sospensione dell’obbligo del versamento dei contributi per un ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment