Pensione quota 41 e 6 mesi

Pubblicato il: 14-09-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 6 views | FONTE ORIGINALE

0

Pensione anticipata con 41 anni e 6 mesi di contributi per tutti: nuova proposta per la riforma delle pensioni. Mentre si riflette sull’introduzione della pensione quota 100, con o senza limiti legati all’età e alla contribuzione, riservata ad alcune categorie o meno, ricalcolata col sistema misto o contributivo, spunta una nuova ipotesi: la pensione quota 41 e 6 mesi. Con questo nuovo tipo di pensione, l’uscita dal lavoro potrebbe essere raggiunta senza alcun limite di età, solo con 41 anni e 6 mesi di contribuzione. Il termine quota, che indica la somma di anni di età e di contributi, effettivamente in quest’ipotesi è usato in modo improprio, in quanto ci si riferisce ai soli anni di contribuzione: tra l’altro, trasformando i contributi in quota, si sarebbe dovuto utilizzare il nome 41,5, in quanto le mensilità devono essere trasformate in decimi, ai fini delle quote. Ma lasciamo perdere queste sottigliezze e cerchiamo di capire come potrebbe funzionare la pensione quota 41 e 6 mesi. La nuova proposta di pensione a 41 anni e 6 mesi Il funzionamento della pensione quota 41 anni e 6 mesi sarebbe piuttosto semplice: il trattamento potrebbe essere ottenuto con soli 41 anni e 6 mesi di contribuzione, senza limiti ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment