Alternanza scuola-lavoro: è obbligatoria?

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Il programma di alternanza scuola – lavoro, introdotto per legge nel 2015, prevede un periodo di lavoro durante la scuola superiore, ed è obbligatorio. Il mondo della scuola è da sempre protagonista di riforme e modifiche, sia per quanto riguarda il corpo insegnanti e docenti che in relazione alle modalità di insegnamento. I cambiamenti però riguardano con frequenza anche gli studenti degli istituti scolastici secondari italiani, che nel corso degli ultimi anni hanno affrontato numerosi cambiamenti, sia dal punto di vista dell’organizzazione didattica (si pensi all’istituzione dei crediti formativi) che sotto il profilo delle prove di esame (dai test invalsi alla terza prova dell’esame di maturità). Da un paio d’anni, inoltre, complice la situazione di crisi che il sistema economico – lavorativo italiano e mondiale contemporaneo sta attraversando, è stato introdotto anche un progetto volto a favorire la conoscenza, da parte dei giovani studenti italiani, del mondo del lavoro, già durante ......

 

Inps: chi ha diritto alla legge 104

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

A chi spetta vedersi riconosciuto il diritto alla 104? Dal 2018 i privilegiati potrebbero essere i caregivers, cioè quelli che assistono la persona bisognosa. Quali sono i requisiti minimi che devono esserci? Scopriamoli insieme. La cosiddetta legge 104 offre tante possibilità per assistere un malato o un disabile. Innanzitutto la normativa parte col delineare bene cosa si intende per persona affetta da handicap o disabilità [1]: ossia quel soggetto che non riesce a svolgere da solo le classiche azioni quotidiane; privo di autonomia, è bisognoso di continua assistenza e aiuto. Poi ben illustra le procedure semplici per “richiederla”. Infine elenca in modo altrettanto preciso quali sono i benefici che se ne possono ricavare; senza tralasciare il dettaglio di coloro che ne possono usufruire di diritto. E dal 2018 potrebbe arrivare la novità dei caregivers. Come richiedere la 104 e quali i benefici Richiedere la legge 104 è semplice. Basta presentare presso la Asl ......

 

Patente da privatista: quali differenze

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Come ottenere il permesso di guida senza autoscuola. La maggioranza dei neo-maggiorenni aspira a ottenere immediatamente la patente di guida ma i costi che si devono affrontare sono sempre più consistenti. Per prendere la patente presso una scuola guida, infatti, la spesa per l’iscrizione oscilla tra i 700 e i 900 euro. Pertanto, diverse persone decidono di tentare il conseguimento della licenza di guida senza frequentare i corsi in autoscuola, appunto studiando privatamente. Ma quali sono le differenze in caso di patente da privatista? La patente da privatista, infatti, prevede un costo medio di 650 euro, con un risparmio quindi di 100/150 euro rispetto alla preparazione completa tramite autoscuola. In base alla nuova normativa, questo vantaggio è però ridotto al minimo rispetto al passato perché i privatisti debbono, obbligatoriamente, svolgere 6 ore di guida (15 euro circa per 30 minuti di guida) con un istruttore abilitato, cioè all’interno di una scuola guida (con un costo medio ......

 

Inps: cosa fare per avere pin

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Per avere accesso a molte funzioni presenti sul sito dell’Inps occorre avere un codice pin, che può essere online o dispositivo: scopriamo cosa fare per averlo. L’istituto per la previdenza sociale mette a disposizione, sul proprio portale online, numerose funzioni che permettono ai cittadini di accedere alla propria posizione personale ed effettuare le verifiche che desiderano, collegandosi dal computer di casa o da dispositivo mobile, se preferiscono. In questo modo si evitano i tempi di attesa, spesso lunghi, che deriverebbero dal recarsi di persona presso una delle sedi dell’istituto previdenziale per richiedere informazioni sullo stato delle domande inoltrate e dei pagamenti ottenuti, o per avere assistenza in relazione ai requisiti delle erogazioni che si vogliono ottenere dall’Inps. Per poter vedere online le domande o verificare i pagamenti Inps occorre però essere in possesso di un codice pin, che viene rilasciato dall’istituto previdenziale attraverso apposite modalità: vediamo quindi cosa fare per avere ......

 

Cosa vuol dire omissis

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

In molti atti giudiziari, ma anche in altri testi o articoli di giornale, si trova spesso la dicitura omissis, abbreviazione latina che significa omesso. Il mondo del diritto utilizza molte terminologie tecniche e specifiche, che sono nella maggior parte dei casi necessarie per delineare certi istituti e determinate situazioni. Alcuni parole sono altamente settoriali, e conosciute soltanto agli addetti ai lavori e a chi, per professione, ogni giorno scrive atti o compie attività giudiziarie di varia natura, o, ancora, entra in contatto con una pubblica amministrazione. A prescindere però dai professionisti del settore, può succedere a chiunque di imbattersi in documenti che utilizzino un linguaggio un po’ più tecnico e quindi non colloquiale, con parole non conosciute, poco usate, o magari di derivazione latina. C’è poi, inoltre, il caso in cui si trovino in certi testi altre parole che invece, pure essendo utilizzate negli atti giudiziari o stragiudiziali – così come ......

 

Come obbligare i condòmini a partecipare alle assemblee

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Le assemblee condominiali sono momenti fondamentali nella vita di condominio, sedi di decisioni che riguardano tutti: ma se qualcuno non partecipa che succede? Vivere in condominio significa rispettare i beni comuni, relazionarsi con gli altri abitanti dello stabile e partecipare attivamente alla gestione del condominio stesso, in quanto condòmini proprietari di una quota millesimale dello stabile. Tra le attività e doveri che ogni condòmino deve porre in essere rientra anche quella di partecipare alle assemblee condominiali, che sono momenti fondamentali per l’organizzazione pratica del condominio e per la gestione di molteplici questioni che toccano la vita quotidiana di tutti gli abitanti dello stabile, dalla pulizia delle scale al rifacimento della facciata, o all’apertura di un sito web condominiale. È infatti durante le assemblee che, mediante specifiche procedure di voto e precise modalità che sono stabilite per legge dal nostro codice civile, vengono prese – con maggioranze variabili a seconda della questione ......

 

Contributi unificati: cosa sono

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Chiunque intende promuovere una azione in giudizio deve pagare una tassa per avere accesso al sistema giudiziario: ecco cos’è il contributo unificato.  Chiunque si sia trovato nella necessità di doversi rivolgere ad un avvocato per tutelare i propri interessi in sede giudiziaria si sarà altresì trovato, nella parcella, una voce di costo difficile da comprendere: “anticipazione contributo unificato”. Voce di costo, dev’essere riconosciuto, molte volte davvero pesante. Questo perché il contributo unificato rappresenta una tassa, introdotta il 1° marzo 2002, che bisogna pagare per l’iscrizione a ruolo – e dunque per avere accesso – delle cause civili, penali, amministrative e tributarie [1]. In altre parole, rappresenta una partecipazione alle spese di giustizia che è obbligatorio versare e che dovrà essere sostenuta da colui che intende promuovere il giudizio e dunque dal cliente; ragione per cui, nel caso in cui il versamento venga anticipato dall’avvocato, sarà dovuto il rimborso all’atto del pagamento delle competenze professionali. Per ......

 

Pensione col cumulo dipendenti pubblici, liquidazione dopo anni

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Il trattamento di fine servizio può essere liquidato anche dopo diversi anni dalla pensione ottenuta col cumulo, per i lavoratori della pubblica amministrazione. Sei un dipendente pubblico, ma hai fatto in passato altri lavori e stai pensando di riunire i contributi per ottenere la pensione anticipata col cumulo gratuito? Rifletti bene: è vero che potrai ottenere la pensione più in fretta, potendo contare su un maggior numero di contributi, ma il Tfs, cioè il trattamento di fine servizio, ti sarà liquidato dopo oltre un anno dal compimento dell’età per la pensione di vecchiaia, e non dopo 24 mesi (più 90 giorni) dalle dimissioni, come avviene di solito. Lo ha chiarito l’Inps [1], con una recente circolare, che riprende quanto disposto dalla legge di Bilancio 2017 [2], che ha recentemente modificato la disciplina relativa alla pensione col cumulo dei contributi. Tfs dopo anni dalla pensione anticipata In particolare, la legge prevede una particolare decorrenza dei ......

 

I Migliori giochi Android per bambini

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : feed, Informatica, Tecnologia

Tag:

0

State cercando dei giochi per far giocare i vostri figli?Il Play Store è ricco (forse anche troppo) di giochi per bambini, ma quali sono quelli più indicati? Ecco una nutrita lista di titoli dal quale iniziare la scelta! I migliori giochi per far giocare i bambini Duddu. Con un nome così semplice, cosa possiamo mai aspettarci? Duddu è uno dei tanti giochi che offre la Bubadu, che produce regolarmente un sacco di videogiochi a tema, tutti per bambini. In Duddu dovete tener cura d’un cane e fargli vivere tanti vivaci avventure, con più di 30 minigiochi disponibili. Explorium Ocean Un giochino dove il nostro obiettivo è esplorare l’oceano alla ricerca della famosa Atlantide. In ogni zona dell’oceano che visitiamo possiamo trovare diverse informazioni sui pesci, flora locale e così via. Molto istruttivo. Endless Reader. Per chi deve ancora imparare a leggere, Endless Reader è una delle apps più consigliate. In tutto il gioco bisogna imparare ......

 

Ecco il Nokia 2 e tutto ciò che offre

Pubblicato il: 17-11-2017 | In : feed, Informatica, Tecnologia, Telefonia

0

La Nokia sta tornando a farsi valere sul mercato dopo anni bui, soprattutto se notiamo i nuovi Smartphone in arrivo. Uno di questi in particolare è il Nokia 2, il più economico della serie. Vediamo cosa si può dire di questo cellulare, fra le sue prestazioni e ciò che porta montato. Come si presenta? Il Nokia 2 è il più economico della nuova gamma, ma nonostante tutto cerca di rappresentare la sua figura con un buon tocco estetico. Non aspettatevi vetro o alluminio: il design integrale di questo cellulare è interamente fatto in plastica. Ha comunque una linea morbida, con nessun pulsante presente frontalmente e con giusto quelli necessari al fianco destro. La dimensione dello schermo è di 5 pollici, a 720p IPS LCD. Quando uscirà? Il Nokia 2 verrà lanciato verso metà Novembre, perciò non c’è ancora molto d’attendere. Che prestazioni ha? Un chipset Snapdragon 212 / Adreno 304 con 1GB di RAM e 8Gb di ......