Contratture muscolari: un disturbo fastidioso da prevenire e curare anche con rimedi naturali

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : feed

0

La contrattura muscolare è un disturbo consistente in una contrazione anomala, persistente e dolorosa che si instaura a carico di una o più fibre muscolari. Da cosa deriva la contrattura muscolare Secondo la medicina cinese, la contrattura sarebbe la conseguenza di un ristagno di energia che, non essendo utilizzata per un’attività muscolare, tende ad accumularsi ed a provocare crisi dolorose. Generalmente dipende da malattie del sistema nervoso centrale oppure autonomo che sono i responsabili dell’attività dei muscoli; ma può derivare anche da processi infiammatori a carico dei visceri. La caratteristica comune a tutti i tipi di contrattura è rappresentata dal dolore, più o meno intenso, che si accompagna ad essa; si tratta di una sensazione estremamente sgradevole in quanto spesso molto duratura e causa di una specie di paralisi funzionale. Il muscolo infatti assume un aspetto rigidissimo ed ipertonico, non si osserva alcun tipo di attività motoria ed al tatto si presenta molto duro. Spesso il ......

 

Privacy: per il Data Protection Officer serve una certificazione ISO?

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

Privacy: il Data Protection Officer deve avere competenze al ruolo svolto nella protezione dei dati personali, ma questo implica che debba anche ottenere una certificazione ISO. La legge sulla privacy prevede la figura del Data Protection Officer, cioè di un soggetto esperto a cui sono affidati compiti di responsabilità nella gestione del trattamento di dati personali, tra cui quello di garantire che tutte le relative operazioni da compiere sui dati (acquisizione, archiviazione, utilizzo, ecc.) avvengano in sicurezza e nel rispetto delle disposizioni di legge vigenti. Per le imprese, la scelta di nominare un Data Protection Officer è quasi sempre facoltativa, salvo alcuni casi in cui, data la delicatezza dei dati e la complessità e la mole delle operazioni da svolgere, la nomina di tale figura è prevista come obbligatoria. La scelta sul soggetto chiamato a ricoprire tale ruolo può ricadere all’interno o all’esterno dell’organizzazione in cui opera. Ti starai chiedendo, a questo ......

 

Quanti soldi per mettere su famiglia

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

Prima di criticare le generazioni “millennials” sulla loro poca propensione al metter su famiglia, sarebbe opportuno verificare i costi che ci sono dietro un nucleo familiare. Alcuni “ben informati” (o sedicenti tali) attribuiscono alla pigrizia delle nuove generazioni il basso tasso di natalità che si registra in Italia da diversi anni a questa parte. Critiche verso i più giovani, che sarebbero troppo legati alla “gonna di mamma” e che preferiscono vivere con i propri genitori piuttosto che prendersi casa da soli, piovono da tutte le parti. Basta evocare i termini “bamboccioni” e “choosy” per ricordare epiteti pronunciati da importanti esponenti del mondo politico che sono caduti sui “millennials”. La verità, come spesso capita, è ben diversa. La negligenza dei giovani è data anzitutto dalla difficoltà crescente di trovare lavoro, a cui si abbinano i costi elevati per metter su famiglia. In queste righe vedremo proprio quanti soldi per metter su famiglia ......

 

Google Chrome bloccherà gli abbonamenti non voluti

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : feed, Informatica, Tecnologia

Tag:

0

Quante volte tra le pagine di questo sito abbiamo parlato di abbonamenti truffaldini nascosti dietro delle pagine web? Parliamo di tutti quei abbonamenti che si attivano (soprattutto quando navigate su smartphone) sulla vostra SIM mentre navigate nel web e fate un “click di troppo” su di una pubblicità. Tantissime volte amici lettori abbiamo cercato di mettervi in guardia da questo tipo di truffe, perché è cosi che vanno chiamate. Di questo problema fortunatamente si è accorta anche Google, che ha annunciato di voler avvisare gli utenti e quindi di eliminare gli abbonamenti nascosti quando si visitano alcuni siti Web. Novità in Google Chrome 71 La novità, annunciata da Google, sarà inclusa a partire dal prossimo aggiornamento del browser Chrome, precisamente nella versione 71. In sostanza, qualora si visitasse un sito con annunci che potrebbero in qualche modo imbrogliarvi, e ci riferiamo soprattutto a chi non è espertissimo di Google farà in modo che non ......

 

Problema credito residuo TIM, cosa sta succedendo?

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : feed, Informatica, Tecnologia, Telefonia

0

Tra ieri ed oggi moltissimi clienti di TIM ricaricabile hanno notato una stranezza nel proprio credito residuo. Basta fare un giro su twitter, ad esempio, per scoprire che diversie persone si sono ritrovate con addebiti fuori misura. Ma cosa è successo? Credito residuo azzerato da TIM Sono numerose le segnalazioni di utenti che, senza un motivo apparente, si sono ritrovati in debito con il loro operatore telefonico fino a 20mila euro. Vi riportiamo a titolo di esempio alcuni tweet di utenti che testimoniano il problema: GRAZIE @TIM_Official ! ancora senza linea da questa mattina alle 10 e col conto al verde praticamente. RISOLVIAMO ENTRO SUBITO ?#tim #timdown pic.twitter.com/qLwSIbMpIb — Andrea (@Andrelu813) November 12, 2018 Svegliarsi con un debito di 1928,13 euro per un errore della #tim @tim_official e quindi non poter telefonare e andare in internet mi sembra un paradosso nell’era digitale!! Avvocati… https://t.co/zeFVyk1Abu — Giovanni Frenna (@joyitaly) November 12, 2018 #TIMmobile Disservizio TIM. Ecco il nostro gestore che errori ......

 

Tasse 2019: ecco quanto aumenteranno

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : Attualità e Società, feed, Politica

0

La rimozione del blocco delle addizionali Irpef porterà ad una crescita delle imposte locali, compreso l’Imu. Mentre non cessano le critiche alla manovra. Con il nuovo anno andrà in archivio la vecchia abitudine di aumentare le tasse? La cosiddetta «manovra del cambiamento» servirà anche a scacciare questo pericolo? Pare proprio di no. Secondo le stime degli esperti, tanto cambiamento non ci sarà o, almeno, non in positivo, anzi: la domanda da porsi non è quanto scenderà la pressione fiscale sugli italiani ma quanto aumenteranno le tasse nel 2019. Per trovare la risposta, bisogna dare un’occhiata alla Legge di Bilancio 2018. Ammesso e non concesso che la manovra resti così com’è. Perché il Governo deve risolvere la questione della bocciatura arrivata dall’Unione europea e decidere se – come vorrebbero i leader delle due formazioni dell’Esecutivo – lasciare le cose come stanno oppure – come vorrebbe Bruxelles, introdurre qualche modifica che garantisca più stabilità ......

 

Come avvengono i controlli fiscali

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Dalle tipologie di accertamenti dell’Agenzia delle Entrate alle normative che regolamentano l’ispezione della Guarda di Finanza, tutte le caratteristiche alla base dei controlli fiscali. Pagare le tasse è un dovere civico a cui nessuno dovrebbe sottrarsi. Dalle imposte che ogni cittadino onesto versa all’Erario lo Stato Italiano ottiene i fondi per poter sostenere le spese relative ai servizi di pubblica utilità. Nel nostro paese, però, complice anche l’elevato livello di pressione fiscale, capita spesso che quanto realmente guadagnato sia totalmente o parzialmente nascosto all’Agenzia delle Entrate. Recenti ricerche hanno stabilito che siamo uno dei paesi Occidentali con il più alto tasso di evasione fiscale ed è quindi ovvio che gli organi preposti debbano correre ai ripari. L’Agenzia delle Entrate, con la collaborazione della Guardia di Finanza, effettua dei controlli a campione sui contribuenti, al fine di scovare i trasgressori. In questa guida vedremo di capire come avvengono i controlli fiscali e ......

 

Disoccupazione Naspi: quanto dura?

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Qual è la durata dell’indennità di disoccupazione per i lavoratori dipendenti: come calcolare a quanto ammonta la Naspi e per quanto tempo si può ricevere. Sei stato licenziato e vuoi sapere per quanto tempo puoi contare sull’indennità di disoccupazione Naspi? Innanzitutto, tieni presente che non sempre chi viene licenziato ha diritto alla Naspi: anche se il licenziamento, difatti, comporta la possibilità di ottenere lo stato di disoccupazione, per aver diritto all’indennità devi anche possedere 13 settimane di contributi, che non abbiano già dato luogo a un’altra prestazione di disoccupazione. Inoltre, devi anche aver lavorato per almeno 30 giornate nell’anno (per 5 settimane da almeno 24 ore ciascuna, se appartieni alla categoria dei collaboratori domestici). Peraltro, ha diritto alla Naspi anche chi non è stato licenziato, ma si è dimesso per giusta causa durante il periodo tutelato di maternità o paternità (sino a un anno dalla nascita del bambino), e chi ha firmato ......

 

Gli errori dell’Agenzia delle entrate sulle cartelle fiscali

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Accertamento fiscale: vizi di forma e motivi di impugnazione. Come fare ricorso se la notifica avviene con raccomandata. Se è vero che difendersi dal fisco è sempre difficile poiché grava sul contribuente l’onere di dimostrare la propria regolarità – cosa tutt’altro che facile a distanza di numerosi anni – è anche vero che sono numerosi i vizi di forma grazie ai quali contestare un accertamento fiscale. Tra questi, sicuramente la notifica è l’aspetto più cruciale; la famigerata raccomandata, le modalità con cui viene spedita, i tempi o l’indirizzo di consegna danno luogo a numerose contestazioni. Ad esempio, una recente e interessante sentenza della Commissione Tributaria Regionale della Lombardia [1], nello spiegare chi notifica l’accertamento fiscale, ha fornito un importante principio. Principio che potrebbe essere la base di numerosi ricorsi contro gli avvisi dell’Agenzia delle Entrate. Di tanto parleremo nel corso di questo articolo. Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono ......

 

Dati catastali immobile: dove trovarli

Pubblicato il: 13-11-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Cercare i dati catastali di un immobile può sembrare un’impresa ardua; eccoti alcuni suggerimenti su come farla senza problemi. Dove trovare i dati catastali di un immobile? Hai la necessità di reperire i dati catastali di un immobile di tua proprietà ma non sai come fare? Vorresti evitare di passare ore in coda presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate per fare una visura? Allora puoi eseguire l’operazione collegandoti direttamente sul portale on-line dell’Ente che ti consente con pochi click di rintracciare tutte le informazioni sui terreni ed i fabbricati presenti nel nostro territorio, fatta eccezione delle Province Autonome di Trento e Bolzano. Puoi altresì, usufruire del servizio Certitel documenti catastali di Poste Italiane che ti permette di ricevere visure catastali presso gli uffici postali Sportello Amico, online nella tua Bacheca di poste.it o per posta raccomandata. Se non sai usare internet e ti riesce difficile collegarti sul sito dell’Agenzia delle Entrate ......