Canone Rai: i moduli di autocertificazione per non pagarlo

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Seconda casa, 75 anni di età e unico nucleo familiare. Tutti i casi in cui è possibile non pagare il canone Rai presentando l’autocertificazione. Dal 2016 è cambiato il sistema di pagamento del canone Rai: non più mediante bollettino postale, bensì con addebito diretto sulla bolletta della luce. L’importo è stato ridotto dai circa 110 euro del 2015 alla cifra unica di 90 euro, frazionata in dieci quote di nove euro ciascuna. Il canone Rai si versa una volta eseguito il pagamento dell’utenza della luce: a seconda del gestore energetico prescelto, l’addebito sarà visualizzabile sul bollettino postale, nella sezione dedicata alla sintesi degli importi fatturati. Non fa niente se si opta per l’addebito diretto della bolletta della luce sul proprio conto corrente, perché il canone Rai sarà scalato automaticamente ogni qualvolta avverrà il pagamento. Il canone Rai è dovuto in misura unica, a prescindere dal numero di apparecchi televisivi presenti dentro casa, ma ......

 

Bonus idrico: come avere acqua gratis a casa

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Bonus idrico: cinquanta litri di acqua gratis al giorno per ciascun componente delle famiglie meno abbienti. Una cosa è certa, da qualche anno a questa parte sempre più famiglie italiane versano in gravi condizioni economiche, tanto da dover rinunciare anche a beni che soddisfano bisogni primari come ad esempio il cibo. In un contesto socio-economico che non si presenta dei più semplici, sono sempre di più i contribuenti che non riescono più a far fronte alle spese per le utenze domestiche e di conseguenza si sono visti chiudere i rubinetti di casa a causa della loro morosità. Nonostante ciò l’acqua rimane un bene comune e proprio per questo motivo l’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (Aeegsi) ha disposto un bonus a favore delle famiglie meno abbienti, richiedibile a partire dallo scorso luglio. In sostanza vengono riconosciuti, a ciascun componente di una famiglia, cinquanta litri di acqua gratis ......

 

Bloccare la strada è reato?

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Impedire al proprietario di passare o di chiudere un cancello o una porta integra un illecito penale perché costringe la vittima a sopportare una violenza. Immagina di avere un piccolo cancello attraverso il quale fai passare abitualmente la tua auto per parcheggiarla. Sei il proprietario di una limitata striscia di terreno, per cui detieni anche le chiavi e il telecomando che apre elettricamente le sbarre. Un giorno, però, non riesci a passare perché un vicino di casa ha lasciato la sua macchina lì davanti. È proprietà privata ed il carro attrezzi non può intervenire. La polizia municipale ha anche ammesso di non poter fare multe per la stessa ragione: le contravvenzioni per violazioni del codice della strada hanno ragione d’essere solo sulla pubblica via. Che puoi fare? Non avendo mai chiesto un passo carrabile al Comune non ti resta che farti giustizia da te. Ma un amico ti avverte: se usi ......

 

Divorzio: che rischia la moglie che non ha mai voluto lavorare

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : Attualità e Società, feed, Lavoro

0

Casalinga non per scelta condivisa con il marito ma per volontà della donna: quali le ricadute sull’assegno di mantenimento? Tu e tua moglie siete sposati da qualche anno. Prima del matrimonio lei faceva progetti sul proprio futuro lavorativo: fresca di laurea, ti aveva promesso che avrebbe cercato un’occupazione confacente alla propria preparazione ma che, anche in assenza di questa, si sarebbe accontentata di qualsiasi offerta. In questo modo avrebbe contribuito al ménage familiare. Cosa che però non è mai avvenuta. Al contrario è rimasta sempre a casa, crogiolandosi col fatto che il tuo stipendio è già sufficiente a mantenervi. Indossate le pantofole, insomma, non le ha più tolte. Ora ti chiedi cosa succederebbe se tu e lei un giorno doveste separarvi. Il colmo sarebbe doverle pagare anche l’assegno di mantenimento perché disoccupata. Disoccupata non certo per tua volontà che più volte le hai detto che un lavoro non si trova dal ......

 

Email indesiderate: cosa fare

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Si può denunciare chi invia email a sfondo sessuale o goliardico? Si può parlare di reato? Si parla ormai da tempo di tramonto dell’email. Lo strumento che ha mandato in soffitta la tradizionale lettera di carta è stato via via soppiantato da mezzi di comunicazione ancora più rivoluzionari e celeri, ma nello stesso tempo anche più pervasivi. Sms e chat istantanee trasportano ogni giorno comunicazioni di tutti i tipi: trattative contrattuali, lettere di licenziamento, accordi sugli orari di visita dei figli per coppie divorziate. Su WhatsApp viaggiano anche i documenti: bozze di accordi, fatture, lettere di presentazioni, richieste di consulenza, incarichi. E la giurisprudenza si sta adeguando al mutato corso della tecnologia, tant’è che per ogni esempio appena fatto diverse sentenze hanno preso in considerazione il problema della validità del messaggino sullo smartphone. Cosa resta dell’email? Innanzitutto pesa, come un macigno sulla testa, il fatto che, secondo la Cassazione [1], lo ......

 

Articolo 21 della Costituzione, la libertà di manifestazione del pensiero

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : feed

0

Avv. Vincenzo Mennea ...

 

Perchè commentare su YouTube

Pubblicato il: 22-09-2018 | In : feed, Internet e Siti Web

Tag:

0

Hanno di recente trovato le impressioni su perchè commentare su youtube per commentare, insieme con suggerimenti e anche con commentare per youtube da Now TV ...

 

Reddito di cittadinanza: gli stranieri ne hanno diritto?

Pubblicato il: 22-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

Corte Costituzionale e Ue (e lo stesso M5S) bocciano l’idea di Di Maio di escludere gli immigrati regolari dal sostegno alla povertà: sarebbe illegale. Il reddito di cittadinanza è uno dei cavalli di battaglia (forse il più noto) del Movimento 5 Stelle. E non solo da quando ha iniziato la sua avventura al Governo insieme alla Lega: già nel 2013 Il 29 ottobre, per la precisione), i grillini presentarono al Senato un disegno di legge che prevedeva questo provvedimento come «l’insieme delle misure volte al sostegno del reddito per tutti i soggetti residenti nel territorio nazionale che hanno un reddito inferiore alla soglia di rischio di povertà» [1]. Detto così, il beneficiario può risultare un po’ generico, quindi tanto vale precisare. Due articoli dopo, si legge che hanno diritto al reddito di cittadinanza «i soggetti in possesso della cittadinanza italiana o di Paesi facenti parte dell’Unione europea» ma anche «i soggetti ......

 

Rottamazione cartelle: prima rata. Scadenza e pagamento

Pubblicato il: 22-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Arriva la prima scadenza della rottamazione: il 1° ottobre bisogna pagare la prima rata. Ma come e dove? Ecco i chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate. Nuovo appuntamento per chi ha aderito alla definizione agevolata delle cartelle. Il 1° ottobre è il termine entro il quale effettuare il pagamento della prima rata della “rottamazione” prevista dal decreto legge n. 193/2016, ma anche della seconda rata della cosiddetta rottamazione bis (D.L. n. 148/2017) per i debiti affidati in riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017. Il termine ultimo per il pagamento di entrambe le rate è fissato al 30 settembre 2018 che però cade di domenica e quindi, come stabilito dalla legge, la scadenza è spostata al primo giorno lavorativo successivo, ovvero a lunedì 1° ottobre. Per i contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata, la legge prevede il pagamento del solo importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di ......

 

Il reato di foraggiamento

Pubblicato il: 22-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Perché è reato dare da mangiare ai cinghiali? Quali sono le conseguenze del foraggiamento artificiale? Il diritto penale si occupa di disciplinare tutte quelle condotte che, a causa della loro particolare gravità, meritano di essere sanzionate con la reclusione. Oggetto del diritto penale sono pertanto i reati, cioè quei comportamenti per i quali non sarebbe sufficiente, in linea di massima, una semplice sanzione economica. I reati all’interno del codice penale sono raggruppati in modo tale da offrire un quadro completo dei beni giuridici protetti: ad esempio, ci sono le norme poste a tutela del patrimonio, quelle che proteggono la persona, quelli che puniscono le condotte illecite contro la famiglia, ecc. Tra questi beni giuridici, cioè tra gli interessi che l’ordinamento ritiene siano meritevoli di tutela, c’è anche il sentimento per gli animali: in una società evoluta, infatti, non potevano non essere protetti anche i fedeli compagni dell’uomo, nell’ottica di una sensibilizzazione ......