Bagna Cauda Day 2017 | Itinerarinelgusto

Pubblicato il: 18-10-2017 | In : feed

0

Bagna Cauda Day 2017 | Itinerarinelgusto Il nuovo sito www.bagnacauday.it pubblica un primo elenco di locali di Asti, del Piemonte e del resto del mondo dove si svolgerà dal 24 al 26 novembre la quinta edizione del Bagna Cauda Day la festa più profumata dell’anno. Sono già più di cinquemila i posti, ma ne arriveranno altri, oltre il doppio per soddisfare le voglie dei bagnacaudisti, molti dei quali in arrivo anche da altre regioni e dall’estero. Il Bagna Cauda Day (ma lo si può pronunciare in piemontese anche Bagna Cauda d’aj) è un evento complesso e articolato, organizzato dall’Associazione culturale Astigiani, che coinvolge molte migliaia di appassionati e si svolge nell’ultimo fine settimana di novembre per celebrare il rito collettivo della Bagna Cauda.Il tipico piatto della tradizione piemontese è al centro di un sistema gastronomico secolare che partendo da una salsa calda di aglio, olio e acciughe, dove intingere le verdure di stagione, è diventato un ......

 

Eduexpos: più di 40 università straniere visitano Milano e Roma

Pubblicato il: 17-10-2017 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

Gli EDUEXPOS, i saloni dell'orientamento più all'avanguardia del mondo, arrivano tra pochi giorni a Milano e a Roma, portando con sé tutte le informazioni necessarie ai ragazzi che vogliono intraprendere percorsi di studi all'estero. ...

 

Samuele Sartini feat. Amanda Wilson – Love You Seek (2k18 rework)

Pubblicato il: 17-10-2017 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

Ecco come il dj producer italiano Samuele Sartini presenta la nuova versione di "Love U Seek", canzone house che ancora oggi da emozionare grazie ad un arrangiamento eccellente ed alla voce unica di Amanda Wilson. ...

 

Bello Tosto presenta “I Tipici” un inno ai sapori invernali

Pubblicato il: 17-10-2017 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

Ispirata dalle tradizioni della cucina internazionale e dall'immenso patrimonio delle tipicità regionali, la chef Paola Bogataj di Bello Tosto,  ha creato quattro nuovi toast gourmet e tre nuove insalate territoriali. ...

 

Circus Beatclub Brescia: 20/10 I Wanna Be a Rockstar!

Pubblicato il: 17-10-2017 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

  Weekend d'eccellenza al Circus beatclub di Brescia il 20 ed il 21 ottobre 2017.  Venerdì 20 ottobre i dj in console sono Andrea Viani e Dr. Space, due professionisti del ritmo scatenato.  ...

 

24/10 Fidelio Milano presents Superstar DJ Roger Sanchez – M2O15years @ The Club

Pubblicato il: 17-10-2017 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

Martedì  24 ottobre 2017, al The Club, la Historia continùa, ovvero prende il via l'ennesimo martedì notte by Fidelio Milano. E che succede di particolare il 24 ottobre? Al mixer c'è un mito della house come Roger Sanchez ...

 

Chi registra la telefonata all’insaputa dell’altro può farlo condannare?

Pubblicato il: 17-10-2017 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

Registrare una telefonata di nascosto è legale e la prova è incontrovertibile anche se il file non è quello originale. È facile registrare una conversazione telefonica, magari mettendo il telefono in vivavoce e azionando un registratore accanto alla cornetta. Ma che valore ha la registrazione, da un punto di vista legale, se l’altra parte non ne era a conoscenza? La risposta è stata fornita dalla Cassazione poche ore fa [1]. La sentenza riapre un tema sempre molto discusso. E questo perché, secondo l’interpretazione ormai costante dei giudici, il contenuto della conversazione registrata di nascosto costituisce una valida prova e può essere quindi usata in tribunale. In buona sostanza chi registra la telefonata all’insaputa dell’altro può farlo condannare. È lecito registrare una telefonata all’insaputa dell’altro? Perché mai è lecito registrare una telefonata? Chi ha letto la nostra guida Registrare una telefonata è legale? già lo sa. Ma, a beneficio di tutti, lo ripetiamo anche ......

 

Il dipendente con una relazione col capo va trasferito

Pubblicato il: 17-10-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Non è mobbing il trasferimento del dipendente di un ente pubblico che ha una relazione sentimentale con il dirigente: ciò mette a rischio imparzialità e immagine dell’amministrazione. Hai il sospetto che la tua collega di lavoro abbia fatto carriera grazie alla relazione che intrattiene col capo? Forse è arrivato il momento della vendetta di chi, invece, si è visto negare la promozione per lasciar spazio alle avvenenti grazie altrui. Una sentenza della Cassazione di poche ore fa [1] ritiene legittimo, anzi doveroso, il trasferimento di un dipendente pubblico quando questi intrattiene una relazione sentimentale con il dirigente dell’ufficio. Una situazione di questo tipo mette a rischio infatti l’imparzialità e l’immagine dell’amministrazione nei confronti degli utenti e degli altri dipendenti. Insomma, il semplice sospetto che l’avanzamento di carriera sia attribuibile al legame affettivo con il vertice fa sì che qualsiasi trasferimento da un luogo a un altro non possa essere configurabile ......

 

Cosa fare se la Pubblica amministrazione non paga?

Pubblicato il: 17-10-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

I servizi telematici accelerano i tempi di pagamento ma non sempre si rispettano i termini. Come inviare la fattura e costringere la PA a farci avere i soldi. Quando si ha un debito con la Pubblica amministrazione e non si paga, scatta la sanzione, ci arrivano le cartelle, ci martellano finché non cacciamo fuori l’euro. Ma quando è la Pubblica amministrazione ad avere un debito con noi, dobbiamo per forza pazientare e aspettare che il carrozzone della burocrazia decida quando muoversi per farci avere i nostri soldi? Non è proprio così. Tutte le pubbliche amministrazioni – compresi, quindi, gli enti locali – sono obbligate a pagare le loro fatture a carico entro 30 giorni dalla data in cui l’hanno ricevuta. Soltanto gli enti legati al Servizio sanitario nazionale solo legittimati a pagare entro 60 giorni. Così impongono le direttive europee in materia, recepite dal nostro Governo con un decreto legislativo [1]. Un aiuto ......

 

Coltivare un terreno non basta per l’usucapione

Pubblicato il: 17-10-2017 | In : Attualità e Società, feed

0

Per diventare proprietari di un terreno altrui non basta averlo arato, zappato e coltivato: è necessario un comportamento tale da escludere la volontà di detenere il bene per conto altrui. Hai coltivato per oltre 20 anni una striscia del terreno del tuo vicino che, assente da molto tempo, ti ha consentito “a voce” di farlo. Non hai nulla per iscritto, nemmeno la promessa di una futura donazione. Ora pertanto vorresti ricorrere al giudice perché dichiari, con una sentenza, il passaggio di proprietà a tuo nome essendo intervenuta la cosiddetta usucapione. Il titolare dell’immobile invece si oppone: a suo dire ti avrebbe lasciato la possibilità di coltivare il campo e di trarne i frutti in sua assenza, senza però concederti anche altre libertà. Insomma, la tua posizione è simile a quella di chi ha l’uso gratuito di un bene altrui (benché senza un termine finale). Le difese dell’altra parte non ti convincono ......