Jerry Calà Capannina 2016

Pubblicato il: 17-05-2016 | In : Di tutto un pò!

0

Jerry Calà Capannina: gli eventi in Versilia che ti accompagnano verso l’Estate 2016. Il Jerry nazionale ti aspetta nella regina delle discoteche Versilia. Jerry Calà Capannina, tre appuntamenti da non perdere a La Capannina di Franceschi a Forte dei Marmi. Mercoledì 1 Giugno, Venerdì 1 e 15 Luglio. Ecco i primi tre appuntamenti con Jerry Calà. L’attesissimo ritorno di “Jerry Calà Capannina” e di Sapore di Mare lo spettacolo  che accende la tua estate in Versilia. Cene con tavolo al piano superiore per tutta la notte e tavoli in varie location (dal centralissimo bordopista a posizioni più periferisìche), ora disponibili. chiama ora, invia un SMS, contatta via WhatsApp il 347.477.477.2 scrivi a capannina@discotecheversilia.it www.DiscotecheVersilia.it ti ricorda che riservare una cena o un tavolo è l’unico modo di evitare le lunghissime file previste all’ingresso nelle serate Jerry Calà Capannina. Al momento della prenotazione sarà indicato anche il miglior orario a cui presentarsi al locale. Non perderti aggiornamenti sulla Jerry Calà Capannina e su tutte ......

 

Quali sono le conseguenze dell’inadempimento dell’obbligazione?

Pubblicato il: 14-05-2016 | In : Di tutto un pò!

0

L’obbligazione si estingue nel momento in cui il debitore esegue la prestazione nei confronti del creditore.   Il legislatore ha disciplinato le conseguenze del mancato adempimento dell’obbligazione. Se il debitore è inadempiente, ossia non effettua o effettua in modo inadeguato o parziale la prestazione, il creditore, al fine di ottenere quanto gli spetta, può esercitare quella che tecnicamente si definisce “azione”, cioè può adire il giudice al fine di ottenere la pronuncia di un provvedimento giudiziario con il quale si accerti l’esistenza del rapporto obbligatorio e dell’inadempimento del debitore e si pronunci la condanna del debitore ad eseguire la prestazione.   Se il debitore adempie la prestazione, l’obbligazione costituisce giusta causa della prestazione stessa, ma, se egli rimane inadempiente, l’obbligazione dà azione al creditore per ottenere quanto gli spetta.   Il debitore risponde dell’adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri (art. 2740 c.c.), quindi anche con quelli che dovessero essere successivamente acquistati dallo ......

 

Uncharted 4 A Thiefs End PlayStation 4

Pubblicato il: 08-05-2016 | In : Senza categoria

0

Tutte le informazioni riguardo uncharted 4 a thiefs end playstation 4 disponibili per smartphone e tablet con il download completo dell'app uncharted 4 a thiefs end playstation 4 su www.consolemania.com ...

 

Posso sospendere il pagamento dei contributi della Colf?

Pubblicato il: 07-05-2016 | In : Senza categoria

0

Sospensione del versamento dei contributi a favore dei lavoratori domestici: quando è possibile, quale procedura seguire.   Può capitare che la colf si assenti per un lungo periodo: questo può accadere per motivi personali, per malattia o infortunio o per la fruizione dell’astensione obbligatoria per maternità. In questi casi il datore di lavoro domestico non è tenuto a pagare i contributi: per la precisione, durante il congedo di maternità sono accreditati i contributi figurativi da parte dell’Inps, mentre per malattia e infortunio il datore è obbligato a pagare contributi e stipendio solo sino a 15 giorni di assenza (per i lavoratori con maggiore anzianità; sino a un massimo di 3 giorni per l’infortunio); in caso di aspettativa il datore non ha alcun obbligo contributivo e retributivo. Ma come si fa a sospendere il pagamento dei contributi, dato che l’Inps invia periodicamente i bollettini MAV?     Colf: come sospendere i contributi Per sospendere il pagamento dei contributi dei ......

 

Amministrazione di sostegno: come richiederla e quanto costa

Pubblicato il: 23-04-2016 | In : Senza categoria

0

L’istituto giuridico dell’amministrazione di sostegno tutela le persone prive in tutto o in parte di autonomia, con la minore limitazione possibile della capacità di agire.   Che cos’ è l’amministrazione di sostegno? L’amministrazione di sostegno è stata introdotta nel nostro ordinamento nel 2004 [1]. Può essere definita come una misura di protezione volta a tutelare coloro che si trovino nell’impossibilità di provvedere ai propri interessi per un determinato periodo o in modo permanente. Questo può accadere a causa di una menomazione fisica o psichica; si pensi agli anziani, ai disabili o comunque a persone inferme. La condizione per richiedere l’amministrazione di sostegno è data dalla necessità del compimento di determinati atti al quale la persona non può provvedere da sola a causa della menomazione; è il caso, ad esempio, di una persona anziana che abbia la necessità di vendere un appartamento o di effettuare investimenti.     Chi può essere nominato amministratore di sostegno? Il giudice può ......

 

Multa per guida con cellulare: come difendersi

Pubblicato il: 22-04-2016 | In : Di tutto un pò!

0

Lo stato di necessità deve essere effettivo; su strada veloce può essere contestato dalla pattuglia successiva.   Una delle multe più frequenti è quella per guida con l’uso del cellulare: la contravvenzione può essere elevata non solo se si parla al telefonino con qualcuno, ma anche se si chatta, si digita sms o si consulta semplicemente la rubrica prima che la chiamata venga concretamente effettuata. Insomma, ad essere sanzionate sono anche le attività preparatorie alla call vera e propria. Questo perché il codice della strada sanziona il comportamento di chi non tenga entrambe le mani sullo sterzo o distolga la vista dalla strada. Quindi, la semplice distrazione per via dell’uso del cellulare alla guida – a prescindere dall’applicazione utilizzata – può essere causa di multa. Nel serve, quindi, al conducente giustificarsi chiedendo i tabulati telefonici dai quali si evince che alcuna chiamata era in corso.   Peraltro, l’affermazione effettuata dal vigile nel verbale – ......

 

La revoca del madato all’amministratore della società non interrompe il pagamento della retribuzione pattuira

Pubblicato il: 20-04-2016 | In : Di tutto un pò!

0

Cassazione, Sezione prima civile, Sentenza 15.4.2016 n. 7587 ...

 

Addio assegnazione della casa se il figlio va a vivere altrove

Pubblicato il: 19-04-2016 | In : Senza categoria

0

Separazione e divorzio: l’assegnazione della casa coniugale al coniuge presso cui vengono allocati i figli cessa non appena questi vadano a vivere da soli in un’altra abitazione.   Perde l’assegnazione della casa coniugale l’ex coniuge il cui figlio, che sino ad allora ha abitato insieme a lui, si trasferisce per andare a vivere altrove. Lo ha chiarito la Cassazione con una sentenza pubblicata ieri [1].   Come noto, in caso di separazione o divorzio, il giudice assegna la casa a chi dei due ex coniugi ottiene anche che i figli vadano a vivere con lui. Questo perché lo scopo di tale provvedimento è proprio quello di garantire alla prole di poter continuare a crescere nello stesso habitat domestico. Dunque, se è intenzione del coniuge trasferirsi o trovare un tetto in un altro posto (per esempio a casa dei genitori), questi non può neanche ottenere la casa familiare.   Ne deriva la conseguenza per cui, in caso ......

 

Alcoltest: l’uso di farmaci non salva il conducente dalle sanzioni

Pubblicato il: 16-04-2016 | In : Di tutto un pò!

0

Assumere medicinali in grado di alterare il tasso alcolemico comporta ugualmente la guida in stato di ebrezza.   Dichiarare di assumere abitualmente farmaci che hanno la capacità di influire sui risultati dell’alcoltest non salva dalle sanzioni, qualora siano stati violati i valori soglia: lo ha dichiarato a più riprese la Cassazione [1].   Esistono farmaci che hanno la capacità di rallentare lo smaltimento dell’etanolo nel sangue e altri che addirittura possono determinarne un incremento. L’assunzione costante di medicinali, dovuta a malattie croniche, secondo la Corte di Cassazione, può falsare i risultati dell’alcoltest [2]. Tuttavia colui che ha assunto, per qualsiasi ragione, alcolici o misture, rimedi, prodotti e farmaci contenenti alcol, ha l’obbligo di astenersi dal condurre veicoli [3]. Ciò in quanto il test del palloncino scatta anche in caso di assunzione di farmaci a base di alcol. Difatti, non si salva dalla sanzione per guida in stato di ebbrezza chi, nonostante l’alcoltest dia esito positivo, ......

 

Spesometro 2016: obblighi e scadenze di presentazione

Pubblicato il: 02-04-2016 | In : Senza categoria

0

Tutti i soggetti passivi Iva che liquidano l’iva mensilmente sono obbligati all’invio del modello di comunicazione polivalente entro il prossimo 11 aprile 2016.   L’11 aprile scade l’obbligo di invio del il modello di comunicazione polivalente [1]. L’adempimento impone a tutti i contribuenti soggetti passivi iva di comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti ai fini Iva effettuate nell’anno di riferimento attraverso il “modello di comunicazione polivalente”. La comunicazione va presentata entro il prossimo 11 aprile (cadendo di domenica la scadenza originaria del 10 aprile) da tutti i contribuenti con Iva mensile ed entro il prossimo 20 aprile dai soggetti che versano l’iva trimestralmente.   Sono obbligati alla trasmissione della comunicazione polivalente, meglio conosciuta come il cosiddetto “spesometro”, tutti i soggetti che hanno effettuato operazioni rilevanti ai fini Iva:   se documentati da fattura, senza alcun tetto relativamente all’importo da comunicare; se non documentati da fattura, per importi di ammontare pari o superiore ad € ......