Certificato medico agonistico e non agonistico: quali differenze

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : Attualità e Società, feed, Sport

0

Quando è obbligatorio un certificato per praticare un’attività sportiva? E quali sono gli sport esonerati? Devo farlo anche per andare in palestra o in piscina? Già lo diceva in tempi non sospetti il poeta latino Decimo Giunio Giovenale: mens sana in corpore sano. Una mente sana in un corpo sano. Su come mantenere la prima, ciascuno ha il proprio metodo. Al corpo sano, invece, oltre che con l’alimentazione, si arriva in un solo modo: facendo sport. Tanto o poco che sia, che ci piaccia o no. Non serve essere per forza un maratoneta o un Michael Phelps del nuoto per avere un corpo sano in cui ospitare una mente sana. Non c’è bisogno di praticare uno sport agonistico, ne basta uno non agonistico o, semplicemente, un’attività ludica che ci consenta di tenerci in forma. Per fare una corsetta o una camminata di qualche chilometro non c’è bisogno di un permesso del dottore (a ......

 

Termine controquerela

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Sei stato falsamente denunciato di un reato e ora vuoi sporgere querela per calunnia? Puoi farlo, ma a determinate condizioni. Vediamo quali. Il reato di calunnia incrimina tutte le condotte che possono indurre ad intraprendere un procedimento penale contro un innocente. La figura delittuosa tutela due interessi distinti: da un lato, quello del calunniato, ingiustamente accusato di un fatto costituente reato; dall’altro, quello dello Stato, costretto a mettere in moto la pesante e costosa macchina della giustizia per perseguire un’incriminazione inventata. Per questo motivo si dice che la calunnia è reato plurioffensivo, cioè che mette in pericolo contemporaneamente beni giuridici diversi: in questo caso, la libertà dei cittadini e la corretta amministrazione della giustizia. In questo articolo cercheremo di capire se c’è un termine per controquerelare per calunnia e i casi in cui è possibile farlo. Cos’è la calunnia? Il codice penale [1] punisce con la reclusione da due a sei anni chiunque accusa ......

 

Certificato medico di buona salute: cos’è

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : Attualità e Società, feed, Sport

0

Cosa contiene il documento sulla sana e robusta costituzione di una persona. Quando è obbligatorio per lavoro o per sport. I rischi del certificato falso. Altro che un semplice pezzo di carta: gli addetti ai lavori (cioè i camici bianchi) definiscono il certificato medico «la testimonianza scritta su fatti e comportamenti tecnicamente apprezzabili e valutabili, la cui dimostrazione può produrre affermazione di particolari diritti soggettivi previsti dalla legge, ovvero determinare particolari conseguenze a carico dell’individuo o della collettività aventi rilevanza giuridica e/o amministrativa». Non male, vero? Tale definizione si può sintetizzare, più o meno, così: il medico certifica lo stato di salute di un individuo in un attestato che ha validità legale. Ma questo documento deve, per forza, certificare una malattia? No. Un medico può anche certificare che un soggetto gode di buona salute o, come si dice in gergo, di sana e robusta costituzione. Che non vuol dire essere «un Marcantonio»: significa ......

 

Dopo quanti anni dalla patente si può guidare qualsiasi macchina

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Un’agile guida per conoscere i limiti che il Codice della strada impone per la guida dei neopatentati. Se ci si domanda dopo quanti anni dalla patente si può guidare qualsiasi macchina la risposta è che per il primo anno dal rilascio non è consentita la guida di autoveicoli con potenza superiore a 55 kw/t (cioè kilowatt per tonnellata, che misura il rapporto fra peso e potenza dell’autoveicolo). Quali autoveicoli posso guidare non appena conseguita la patente? Dopo quanti anni dalla patente si può guidare qualsiasi macchina? A questa domanda, molto diffusa tra i giovani appena patentati, la legge [1] dà una risposta molto precisa. Viene infatti disposto che ai titolari di patente di guida di categoria B: a) per il primo anno dal rilascio, non è consentita in genere la guida di autoveicoli aventi potenza specifica superiore a 55 kilowatt per tonnellata (dato che può essere riscontrato al momento delle trattative per l’acquisto e, comunque, sulla ......

 

Terrazza condominiale: se nessuno la usa, a chi appartiene?

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Lastrico solare: la proprietà può essere oggetto di usucapione solo se non c’è un uso condiviso da parte anche di un altro solo condomino. Spesso l’utilizzo o la modifica di parti comuni dell’edificio ad opera di un solo condomino crea diatribe che sfociano dinanzi al Tribunale. Un caso ricorrente riguarda la terrazza, tecnicamente chiamata «lastrico solare», quello spazio cioè calpestabile che funge da copertura al palazzo e che sostituisce il tetto. A chi appartiene e cosa vi è consentito fare? Un condomino può utilizzarlo e, dopo 20 anni, farsi dichiarare proprietario per usucapione? Questi dubbi sono stati dipanati da una recente ordinanza della Cassazione [1], la quale si è trovata a dirimere una controversia tra una persona che aveva utilizzato, come se fosse proprio, il lastrico solare dell’edificio e che ne rivendicava la proprietà per non uso di tutti gli altri condomini. Ma procediamo con ordine e cerchiamo di capire a ......

 

Licenziamento collettivo: la lavoratrice in maternità va preferita?

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

La dipendente incinta si può licenziare, oltre che per giusta causa e motivo disciplinare, per crisi aziendale e licenziamento collettivo. Una lavoratrice incinta può essere licenziata non solo per condotte illecite da questa poste in essere prima o dopo lo stato di gravidanza, ma anche per ragioni collegate a crisi aziendale. Il che significa che, qualora l’azienda proceda a un licenziamento collettivo, nelle liste vi possono rientrare anche le gestanti. Nonostante il loro stato interessante, infatti, queste non hanno diritto a un trattamento privilegiato rispetto agli altri colleghi di lavoro. È questa la decisione della Corte di Giustizia in un procedimento che vede coinvolta la Spagna ma che detta un principio perfettamente potenzialmente applicabile anche in Italia nonostante la nostra legge vieti, anche in caso di procedura collettiva, il licenziamento della lavoratrice madre, a meno che non chiuda l’intera azienda [1]. Vediamo dunque quando e se si può licenziare la lavoratrice ......

 

Lavori in casa senza bisogno di permesso di costruire

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Ecco gli interventi di manutenzione, riparazione, sostituzione, rinnovamento, miglioramento e tinteggiatura che non richiedono Cil, Cila o Scia. Si chiama «edilizia libera» ed indica l’insieme dei lavori in casa (o fuori) che si possono fare senza chiedere autorizzazioni al Comune o senza bisogno di depositare documenti e comunicazioni di inizio attività. In buona sostanza l’edilizia libera rappresenta quelle opere per le quali non è necessario né il permesso di costruire, né la Cil, la Cila o la Scia. Nonostante i tentativi di semplificazione degli ultimi anni che hanno cancellato la licenza edilizia per numerosi interventi sugli immobili, oggi resta ancora complicato definire quali sono i lavori in casa senza bisogno di permesso di costruire e che non richiedono neanche la comunicazione di inizio lavori (Cil), la comunicazione di inizio lavori asseverata (Cila) o Scia (Segnalazione certificata di inizio attività). Di recente, a semplificare le cose è intervenuto un decreto delle Infrastrutture-Semplificazione ......

 

Lavoratrice madre: quando è possibile il licenziamento

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Le ipotesi di licenziamento durante il periodo protetto, fino a un anno di età del bambino, il periodo in prova, la ristrutturazione, la cessione o la cessazione del ramo d’azienda, l’outsourcing, il licenziamento disciplinare. Non si può licenziare un dipendente durante: l’assenza dal lavoro per astensione obbligatoria e facoltativa, congedo di paternità, riposi giornalieri e permessi per malattia del bambino nel cosiddetto periodo protetto ossia fino al compimento di 1 anno di età del bambino. L’astensione e il rientro al lavoro Al termine dei periodi di astensione obbligatoria o di congedo di paternità, i lavoratori hanno diritto di conservare il posto di lavoro e, salvo che vi rinuncino espressamente, di rientrare nella stessa unità produttiva nella quale erano occupati in precedenza (o in altra ubicata nel medesimo comune), e di permanervi fino al compimento di un anno di età del bambino. Essi hanno inoltre diritto di essere adibiti alle mansioni svolte da ultimo o a mansioni ......

 

Edilizia: Scia, CIL, CILA o permesso a costruire? Schema

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Attività edilizie sull’abitazione o nell’edificio condominiale: schema di tutte le opere per le quali non è necessario alcun permesso e quelle per cui presentare certificazione CIL, CILA, SCIA o chiedere il Permesso a costruire.  La materia degli interventi edilizi sugli immobili (sia che si tratti della propria abitazione, che dell’edificio condominiale), dei possibili abusi, degli ordini di demolizione e delle conseguenti sanzioni penali è sempre stata al centro delle preoccupazioni di molti italiani, complice la normativa non sempre chiara, le incertezze dei professionisti e le difformità di indirizzi tra le stesse amministrazioni. Non capita di rado, purtroppo, che, pur avendo ricevuto un parere (autorizzazione) dall’ente comunale, poi il titolare dell’opera si trovi a dover fare i conti con una diversa interpretazione della procura della repubblica e, quindi, a dover sostenere il peso di una contestazione di carattere penale. La materia, in verità, è annebbiata da un certo tecnicismo che richiede sempre l’intervento ......

 

L’esecuzione dell’attività lavorativa in sicurezza deve essere controllata dal datore di lavoro

Pubblicato il: 23-02-2018 | In : feed

0

Cassazione civile, sezione lavoro, sentenza 19.2.2018 n. 3978 ...