E.Romagna: ideatore ‘Sardine’ a Salvini, ‘siamo più forti di te, a Modena il bis’/Adnkronos (3)

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

(Adnkronos) – Siete riusciti a ‘oscurare’ il Paladozza di Salvini solo con un tam tam social e senza spendere un euro. Avete battuto la ‘Bestia’, come avete fatto? “Perché ormai le persone che vanno sui social sanno distinguere il vero dal falso. Tutti ci accorgiamo dei soldi spesi da Salvini per la Bestia, è talmente palese che è tutto un teatrino costruito ad hoc e quella piazza giovedì a Bologna ha fatto male…”. ...

 

E.Romagna: ideatore ‘Sardine’ a Salvini, ‘siamo più forti di te, a Modena il bis’/Adnkronos (2)

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

(Adnkronos) – Avete sorpreso tutta la politica italiana con quella piazza stracolma… “Io lo dicevo ai giornalisti di Bologna: guardate che la bomba sarà in piazza Maggiore e non al Paladozza di Salvini. E’ andata così ed è andata oltre ogni nostra aspettativa. E da due giorni i nostri telefoni non fanno che squillare. Pensavamo che ci saremmo riposati dopo tutta la fatica di organizzare la manifestazione. E invece…”. ...

 

Iv: Renzi, ‘noi aperti a tutti, destra sinistra e anche Fi’

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Roma, 16 nov. (Adnkronos) – “La Sicilia per noi è importante. E ha sempre anticipato il ciclo nazionale. Qui abbiamo tre anni davanti a noi per far radicare Italia Viva e poi esprimere un nostro candidato alla presidenza della Regione”. Lo dice Matteo Renzi, oggi a Catania, al quotidiano on line Livesicilia.it. “Qui, in Sicilia, abbiamo perso il referendum. Qui, in Sicilia, torneremo a vincere”. ...

 

Ex Ilva: Gasparri, ‘M5S abolisce lavoro non povertà’

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Roma, 16 nov. (Adnkronos) – “L’iniziativa della magistratura milanese sulla ex Ilva segna il fallimento degli ultimi governi. I grillini sono degli unni devastatori, guidati da nullità come la Lezzi, che scatena il caos solo perché cacciata dal governo dove era incredibilmente entrata. Ma che dire del Pd, che con l’allora suo Calenda ha individuato la Arcelor Mittal oggi in fuga? Per quanto incoraggiata dalla cancellazione della clausola penale per opera di Di Maio, Renzi e Zingaretti. Un orrore che cancella lavoro e futuro, l’1,4% del pil italiano”. Lo afferma il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. ...

 

Ex Ilva: Marcucci, ‘se Mittal rispetta contratto, si faccia scudo’

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Roma, 16 nov. (Adnkronos) – “Se Mitall assicurasse il rispetto del contratto con lo Stato, il governo dovrebbe valutare velocemente un decreto che preveda uno scudo penale di carattere generale. Tale provvedimento dovrebbe essere valido per tutte le aziende che si muovono in contesti di forte criticità ambientale, a partire dall’ex Ilva”. Lo afferma il presidente dei senatori Pd, Andrea Marcucci. ...

 

Manovra: Fornaro, ‘no a gioco primi della classe’

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Roma, 16 nov. (Adnkronos) – “Quello della manovra di bilancio non sarà un passaggio facile. Faremo la nostra parte, quello che però non è accettabile è il gioco dei primi della classe”. Lo ha affermato Federico Fornaro, capogruppo di Leu alla Camera, intervenendo all’assemblea di Articolo uno. ...

 

Mafia: Ingroia, ‘sentenza Borsellino? Stato ha insabbiato verità, ora Procura vada avanti’

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Palermo, 16 nov. (Adnkronos) – (di Rossana Locastro) – Una “strage di Stato” a cui seguì “un gravissimo depistaggio”, messo in atto “sin dalle battute iniziali delle indagini” e con “un incredibile dispiegamento di uomini e mezzi” e con un solo obiettivo: “Lo Stato aveva la necessità di coprire se stesso”. A distanza di 27 anni dall’eccidio di via d’Amelio in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino, e i cinque agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, eccola la “sola certezza che abbiamo” per l’ex magistrato antimafia di Palermo e oggi avvocato Antonio Ingroia. All’indomani della sentenza di secondo grado del Borsellino quater, emessa dalla Corte d’assise d’appello di Caltanissetta, l’ex pm che ha avviato l’inchiesta sulla trattativa tra Stato e mafia prima di lasciare la toga, sottolinea l’importanza di quel pronunciamento. ...

 

Mafia: Ingroia, ‘sentenza Borsellino? Stato ha insabbiato verità, ora Procura vada avanti’ (3)

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

(Adnkronos) – La sentenza della Corte d’assise d’appello di Caltanissetta con la conferma del depistaggio sull’eccidio di 27 anni fa, però, secondo Ingroia è “un’ulteriore sconfitta” per lo Stato. “La prima si è realizzata quando è stato ucciso Paolo Borsellino e gli agenti della scorta, lasciati esposti al tritolo degli assassini. A quella prima sconfitta ne sono seguite tante altre, ma questa sentenza, al tempo stesso, dice anche che lo Stato, sia pur con enorme ritardo, ha il coraggio di processare se stesso. La storia dell’Italia, che si ripete spesso uguale a se stessa, è una storia di mezze verità. Nei delitti di Stato, in quelli politico-mafiosi come quello di Borsellino, nella migliore delle ipotesi si individuano gli esecutori materiali e, al massimo, gli organizzatori, ma mai i mandanti”. ...

 

Mafia: Ingroia, ‘sentenza Borsellino? Stato ha insabbiato verità, ora Procura vada avanti’ (2)

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

(Adnkronos) – Dunque, un depistaggio di Stato per una strage di Stato. Fatti su cui la Procura di Caltanissetta indaga. “C’è un processo in corso nei confronti di alcuni poliziotti, ma non credo che i veri artefici del depistaggio siano sul banco degli imputati e non penso neppure che siano tutti morti”, dice adesso Ingroia, per il quale, però, oggi più che mai è necessario proseguire con le indagini. “Indagini delicate e difficili – ammette -, ma non si può non chiedere alla Procura di Caltanissetta di andare avanti e di farlo con ancora maggiore energia e, se possibile, con maggiore celerità perché abbiamo atteso troppo che venisse fuori la verità”. I giudici della Corte d’assise d’appello di Caltanissetta hanno confermato ieri le condanne emesse in primo grado e la prescrizione per Vincenzo Scarantino. ...

 

Nuova malattia genetica riscontrata in Italia

Pubblicato il: 16-11-2019 | In : Attualità e Società, feed, Salute e Benessere

0

Conta una decina di casi accertati e nel mondo un centinaio: numeri sottostimati, meccanismi ancora da comprendere e studi che latitano per mancanza di fondi. Si chiama Gnao1, una malattia genetica rara, invalidante e senza cura, scoperta nel 2013 da un gruppo di scienziati giapponesi, che nei bambini colpiti si manifesta fin dai primi giorni di vita. Una patologia orfana di tutto, sulla quale si sono accesi i riflettori a Roma durante la prima Conferenza europea promossa dall’Associazione famiglie Gnao1. L’evento ha riunito decine di specialisti internazionali e oltre 25 famiglie, di cui molte dall’estero. Parlarne “è già un primo passo. Ma abbiamo bisogno della ricerca e di tutto l’aiuto possibile”, è l’appello lanciato dagli organizzatori che puntano all’avvio del primo polo di ricerca dedicata in Europa. All’iniziativa, ospitata presso il Museo nazionale romano, è stata assegnata una speciale medaglia dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Siamo orgogliosi di questo primo ......