Pensione quota 100 con 37 anni di contributi

Pubblicato il: 24-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

In pensione con la quota 100 a 62 anni di età dal 2019, ma con 36 o 37 anni di contributi: novità riforma pensioni. Dalla pensione quota 100 selettiva alla quota 100 per gli esuberi, dalla quota 100 con 64 anni di età e 36 anni di contributi alla quota 100 col solo paletto anagrafico dei 62 anni, le proposte in merito al nuovo pensionamento anticipato si susseguono a ritmo frenetico. La pensione ottenuta con la quota 100, ossia quando la somma di età e anni di contributi è almeno pari a 100, consentirebbe difatti l’uscita di un ingente numero di lavoratori, quindi risulterebbe difficilmente sostenibile per le casse pubbliche: ecco perché, a fronte degli annunci delle parti politiche, arrivano regolarmente delle controproposte che ridimensionano le promesse in materia di pensioni. Ad oggi, la nuova ipotesi allo studio riguardo al pensionamento anticipato prevede la pensione quota 100 con 37 anni di ......

 

Licenziamento durante la prova: come contestarlo

Pubblicato il: 24-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Quando impugnare il licenziamento per prova troppo breve o inadeguata, priva di formazione o che non ha consentito al dipendente di dimostrare le proprie capacità. Assunto come dipendente a tempo indeterminato, il tuo contratto prevedeva tuttavia un primo periodo di prova di sei mesi. Ben prima della scadenza del termine, però, sei stato raggiunto da una lettera di licenziamento. “Prova non superata”: è questa la sostanza della comunicazione che l’azienda ti ha inviato senza alcun’altra motivazione. A tuo avviso però ci sono diversi elementi che fanno ritenere illegittima la decisione assunta dal datore di lavoro: ad esempio il fatto di aver svolto mansioni diverse da quelle che ti erano state richieste, il non aver ricevuto un’adeguata formazione, l’eccessiva brevità del tempo nel quale hai potuto dimostrare le tue abilità. Prima di preparare l’incartamento da dare al tuo avvocato perché avvii la causa, ti chiedi come contestare il licenziamento dopo la prova. ......

 

Conto Corrente Intesa Inbiz: Cosa è, Come Funziona?

Pubblicato il: 24-09-2018 | In : Economia, feed

0

Conto Corrente Intesa Inbiz: Cosa è, Come Funziona?- Banca Intesa, più propriamente e precisamente Intesa San Paolo, è una grande Banca, la più grande e solida in Italia e certamente con una posizione di spicco in campo internazionale. Intesa offre alla propria clientela un ampio ventaglio di servizi che rispondono alle specifiche esigenze delle singole persone. Non poteva mancare tra tutti i suoi servizi un conto corrente particolarmente dedicato a professionisti ed imprenditori che hanno esigenze diverse e particolari rispetto ai comuni risparmiatori. In sostanza questo è il Conto Corrente Intesa Inbiz che andiamo a conoscere meglio.  Inbiz Banca Intesa Ormai il web la fa da padrone anche nella gestione delle aziende e delle imprese più in generale. Gli stessi rapporti con il fisco e gli Enti Pubblici si realizzano quasi esclusivamente Online e il fisco richiede, con le ultime norme di legge, anche la fatturazione elettronica. Da qui la necessità di avere ......

 

Cambio destinazione d’uso: ci vuole il consenso del condominio?

Pubblicato il: 24-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Da appartamento a studio o ufficio: serve l’ok dell’assemblea di condominio per la modifica urbanistica? Il singolo condomino può opporsi? Il Comune può chiedere il verbale con la delibera? Hai un appartamento in un condominio che hai sempre utilizzato come abitazione. Tale infatti è il suo accatastamento. Senonché ora vuoi cambiarne la destinazione in quella a “uso ufficio”. Così ti sei presentato in Comune per chiedere quali pratiche svolgere per la modifica della destinazione urbanistica dell’immobile. Lì ti è stato chiesto, tra le altre cose, di esibire la delibera dell’assemblea di condominio che acconsente al cambio di destinazione d’uso. E in quel momento hai realizzato che i tuoi progetti sono destinati ad arenarsi: alcuni condomini, con cui hai una rivalità ormai da diversi anni, si opporranno di certo alla tua richiesta e la votazione non passerà mai. Ti sembra però assurdo restare prigioniero del capriccio di qualcuno: in casa tua sei ......

 

La firma apposta sulla busta paga non ha valore liberatorio se non si dimostra l’avvenuta corresponsione degli emolumenti

Pubblicato il: 24-09-2018 | In : feed

0

Cassazione civile sez. lavoro, sentenza 6.9.2018 n. 21699 - Giovanni Dami ...

 

Quiz patente

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : feed, Internet e Siti Web

0

Hanno appena cercato gli aggiornamenti su quiz patente per il download, e anche con aiuti con patente per quiz da Amazon Prime Video ...

 

Esenzione cinture di sicurezza: casi pratici

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

È possibile essere esonerati dall’obbligo di indossare le cinture di sicurezza: le patologie certificate e il certificato medico richiesto per l’esenzione. Ogni volta che prendiamo l’auto o un pullman, tanto nell’ipotesi in cui siamo noi a guidare o un altro, dobbiamo indossare la cintura di sicurezza. Ciò non solo per evitare una multa, ma per salvarci la vita. Tuttavia, per pigrizia o per il caldo, non sempre siamo propensi a compiere questo semplice gesto. Ci sono però dei casi in cui legge prevede l’esonero. A tal fine bisogna sempre confrontarsi con un medico: non quello di famiglia ma di una struttura pubblica come l’ospedale o l’Asl di competenza. Vediamo allora qual è la disciplina prevista dalla legge e i casi di esenzione dall’obbligo di indossare le cinture di sicurezza. Quali sanzioni per la guida senza cinture di sicurezza? Le cinture di sicurezza mantengono il tuo corpo ancorato al sedile e comunque all’interno del ......

 

Provvigione mediatore immobiliare

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Sempre più spesso, per le vendite di immobili, si ricorre alla figura professionale del mediatore immobiliare tramite il cosiddetto contratto di mediazione. Avete intenzione di vendere un immobile di vostra proprietà ma non sapete da dove iniziare? Magari non avete nemmeno in mente nessun potenziale acquirente? Il mediatore immobiliare pare essere la figura professionale che fa al caso vostro. Si tratta di un professionista incaricato di mettere in contatto due parti affinché esse possano concludere un accordo. Ovviamente, per avvalervi dell’intervento del mediatore immobiliare, dovrete versargli un corrispettivo. Vediamo quindi approfonditamente cos’è un contratto di mediazione, quale ruolo svolge e a quanto ammonta la provvigione del mediatore immobiliare. Che cos’è il contratto di mediazione? Il contratto di mediazione è un particolare contratto attraverso il quale il mediatore, appunto, fa da tramite tra due parti, dette intermediate, affinché esse possano concludere un contratto. Per il lavoro svolto, il mediatore viene ricompensato secondo quanto ......

 

Si possono unire due mutui?

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Due mutui per acquistare immobili, ristrutturare casa o investire sul mattone. Tutto quello che c’è da sapere sul consolidamento dei propri debiti. Da un lato c’è chi ancora investe sul mattone e chi, invece, per migliorare la propria casa fa ricorso al credito più di una volta. Avere due mutui contemporaneamente non è impossibile se non fosse che, in periodi come questi, un istituto finanziario difficilmente concede liquidità. Ma se ciò dovesse accadere esiste la possibilità di riunire in un unico finanziamento tutti i rapporti pendenti con la banca sfruttando un istituto giuridico chiamato consolidamento dei debiti. Il consolidamento dei debiti è utile quando le rate mensili gravano molto sulle disponibilità liquide del mutuatario: attraverso una procedura che unisce i diversi finanziamenti in un unico prestito è possibile ottenere una sola rata di importo sostenibile. Ma vediamo insieme come e quando si possono unire due mutui. Che differenza c’è fra mutuo prima casa e ......

 

Ci si può baciare in chiesa?

Pubblicato il: 23-09-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Cos’è il galateo della chiesa? Come ci si comporta durante una Messa? Baciarsi in chiesa costituisce reato di atti osceni in luogo pubblico? Il diritto canonico è l’insieme delle norme che disciplina l’ordinamento della Chiesa cattolica, applicabile non solamente a chi è ordinato (i preti, per intenderci), ma anche ai laici che si sono sottoposti a quelle regole. Ad esempio, chi si sposa con rito concordatario (il classico matrimonio celebrato con rito religioso ma avente effetti anche civili) sottopone la propria unione non solamente alle regole civili, ma anche a quelle canoniche. Ovviamente, chi infrange il diritto canonico non va incontro alle conseguenze tipiche della legge italiana: ad esempio, non si rischia di dover pagare una somma di danaro oppure di dover andare in carcere. Tuttavia, ciò non significa che il diritto canonico non sia importante e di grande interesse. Accanto a queste regole scritte ne esistono altre che sono state ......