Addio canone Rai: ecco la nuova legge

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Attualità e Società, feed, Politica

0

Con l’abolizione del canone la Rai resterà un servizio pubblico ma dovrà finanziarsi esclusivamente attraverso la pubblicità, come le Tv private Se ti dà fastidio il canone Rai, trovi insopportabile la televisione pubblica o semplicemente non la guardi e quindi trovi ingiusto dover pagare per questo servizio, devi sapere che qualcosa si muove oltre le parole: è stata presentata ufficialmente alla Camera dei deputati ed al Senato una proposta di legge per l’abolizione del canone Rai. Potremo finalmente dire addio al canone Rai? Ecco la nuova legge in arrivo. L’iniziativa nasce da due parlamentari del Movimento 5 Stelle (Gianluigi Paragone e Maria Laura Paxia) del Movimento 5 stelle ed era stata anticipata nei giorni scorsi dal vicepremier Luigi Di Maio, che però aveva parlato di una «drastica riduzione». Il disegno di legge invece punta ad una totale abolizione di questa tassa odiata da molti italiani. La Lega sembra appoggiare la proposta dei ......

 

Prendere un cellulare smarrito: rischi

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Impossessarsi di uno smartphone che il proprietario ha perso: il rischio di essere rintracciato dalla polizia e dai carabinieri.  Hai trovato un cellulare abbandonato o disperso dal legittimo proprietario e, anziché restituirglielo, ti stai facendo vincere dalla tentazione di tenerlo per te. A questo punto, ti chiedi se i carabinieri possono rintracciarti e a cosa vai incontro se dovessero scoprire che te ne sei impossessato. A spiegare i rischi di prendere un cellulare smarrito è una recente sentenza della Cassazione [1]. Vediamo quali sono gli ammonimenti della giurisprudenza e le conseguenze penali a cui si va incontro. Prendere un oggetto smarrito è reato? Chi trova un oggetto smarrito non può appropriarsene. Una cosa è, infatti, un oggetto volontariamente abbandonato dal proprietario (nel qual caso chiunque se ne può impossessare divenendone così proprietario), un’altra è, invece, un oggetto disperso. In quest’ultima ipotesi, non c’è alcuna intenzione, da parte del titolare, di spogliarsi del diritto ......

 

Quando è lecito registrare una conversazione

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

Tag:

0

Registrazioni video e audio: quando sono legali. Tutti i limiti che bisogna rispettare per non violare la privacy altrui. Quando bisogna procurarsi le prove di una conversazione la cosa migliore è registrarla. Per dimostrare un fatto in un processo ci sono, in verità, diversi strumenti: un documento scritto innanzitutto, la testimonianza di uno spettatore, una confessione dello stesso interessato (che certo, quanto a validità, supera tutte le altre prove). Ma pochi sono disposti a mettere nero su bianco ciò che dicono, così come non sempre si parla davanti a testimoni. Ed allora l’unica soluzione che resta è aprire l’app dello smartphone per le registrazioni audio e, segretamente, premere il tasto “recording…”. Ma attenzione: se si sbaglia momento e luogo si rischia un’incriminazione penale. È bene allora sapere quando è lecito registrare una conversazione. Cosa che ti spiegheremo in questo articolo. Non ti resta che prendere cinque minuti del tuo tempo per capire ......

 

Race Car Parking

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Bambini, Di tutto un pò!, feed, Giochi e Gambling, Videogame

0

Siete alla guida di potenti auto da corsa ma non dovrete dimostrare la vostra abilità in pista bensì nel collocare nel vostro parcheggio l'automobile. In Race Car Parking dovrai fare manovre davvero precise per superare tutti i livelli di gioco. Muoviti negli spazi stretti attento ad evitare le altre auto in sosta o in movimento e i vari ostacoli presenti intorno al parcheggio. Porta a termine tutti i parcheggi dimostrando la tua abilità effettuando manovre sempre più millimetriche. Buon parcheggio. ...

 

Parte il maxi concorso scuola: bando per 24mila posti a docente

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

Tag:,

0

Cattedre: già in autunno il primo concorso per l’arruolamento dei docenti delle scuole medie e superiori.  Un nuovo maxi concorso a cattedra per 24mila insegnanti che partirà in autunno. È il piano messo in piedi dal ministro dell’Istruzione per rimediare al problema del precariato che affligge la scuola italiana. Sono circa 55mila gli insegnanti precari del nostro Paese. Nonostante siano privi di abilitazione, sono ugualmente chiamati in cattedra ogni anno per la cronica carenza di docenti di ruolo. Ma proprio l’assenza di abilitazione impedisce loro di essere stabilizzati. Ebbene, proprio a questi è indirizzata la prima parte della riforma della scuola messa a punto dai tecnici del Miur che vedrà un concorso straordinario per 24mila docenti con 36 mesi di servizio, anche non consecutivi, svolti negli ultimi otto anni, vale a dire tra il 2011-2012 e il 2018-2019. Per “anno” si intendono 180 giorni di lezione complessivi, oppure insegnamento, senza soluzione di ......

 

Si può cercare lavoro avendone uno?

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Attualità e Società, feed, Lavoro

0

Invio curriculum e colloqui di lavoro presso altre aziende: c’è violazione del divieto di concorrenza? Non si è mai contenti. Anche quando si ottiene l’agognato posto di lavoro che, di questi tempi, è una vera fortuna, c’è chi subito si lamenta dello stress e chi, invece, coltiva già l’ambizione per nuove e più stimolanti posizioni. Proprio a questi ultimi ci riferiremo nel seguente articolo: si può cercare lavoro avendone uno? Cosa potrebbe dire – e fare – il tuo capo se scoprisse che, mentre lavori per lui, stai inviando il tuo curriculum ad altre aziende e magari hai già iniziato dei colloqui di lavoro? Un comportamento del genere può essere considerato illecito e magari causarti un licenziamento? Come certo saprai esiste un obbligo di fedeltà che lega ogni lavoratore al proprio datore: fedeltà che non può essere lesa per nessuna ragione. E questo dovere si sostanzia non solo nell’esecuzione pratica delle mansioni ......

 

False residenze: controlli su chi mente all’anagrafe

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Accertamenti fiscali su Imu e Tasi: chi dichiara di vivere nella seconda casa subirà controlli tutto l’anno. E il rischio di un procedimento penale. Stretta sulle false residenze di chi dichiara di vivere nella seconda casa. Già da tempo, era nell’aria il malcontento dei Comuni di avallare tacitamente le dichiarazioni all’anagrafe non corrispondenti al vero. Certo, c’è sempre stato il controllo dei vigili, ma in molte città questo avviene previo appuntamento con l’interessato e indicazione della fascia oraria di verifica. Peraltro, la visita della municipale avviene solo nei 45 giorni successivi alla richiesta di modifica della residenza, sicché il contribuente può prendere le dovute precauzioni. Ora, però, arrivano controlli perpetui, anche dopo i 45 giorni. A sdoganare le verifiche continue è la giurisprudenza della Cassazione e le numerose sentenze delle commissioni tributarie che hanno confermato la revoca dei benefici sulla casa ai contribuenti furbetti. Perché fornire una falsa residenza Ma perché mai dichiarare ......

 

Come trovare sentenze della Cassazione

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Dove scaricare sentenze della Cassazione gratis online. Il nuovo servizio gratuito di laleggepertutti.it. Hai bisogno di trovare online sentenze della Cassazione. Sai che esistono una serie di banche dati a pagamento, dirette agli studi professionali, che però non puoi permetterti. Al momento, disponi solo del tuo computer e di una connessione a internet. Ti sei messo così alla ricerca di un precedente della Suprema Corte che potrebbe cambiare le carte in tavola al processo. Conosci già gli estremi della sentenza: li hai visti riportati in un sito, ma hai trovato solo un riassunto della decisione (la cosiddetta massima); a te, invece, interessa la sentenza per esteso perché è solo dalla lettura di questa che potrai comprendere il ragionamento fatto dai giudici e le conseguenti motivazioni. Peraltro, non poche volte, in una sentenza della Cassazione vengono citati anche i precedenti favorevoli, le pronunce cioè che hanno sposato la stessa interpretazione; il che ......

 

Ripartizione spese condominiali tra comproprietari

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Appartamento in comproprietà tra più persone: come si dividono le spese condominiali?  Tu e tuo fratello siete comproprietari di un appartamento che avete ereditato da vostro padre. Da quando si è aperta la successione non avete mai provveduto a dividere l’immobile, in attesa di trovare qualcuno che potesse comprarlo e spartirvi il ricavato della vendita. Nel frattempo sono maturati gli oneri condominiali. Sino ad oggi avete ripartito le spese per metà: tu raccoglievi la tua e la sua quota per poi consegnarla all’amministratore. Ma di recente tuo fratello ha smesso di pagare. A questo punto vuoi sapere come comportarti: ti conviene continuare a pagare il tuo 50%, lasciando la morosità in capo a tuo fratello e tutte le conseguenze che per lui deriveranno da ciò oppure anticipare anche la quota sua per evitare problemi ed un eventuale decreto ingiuntivo del condominio? In altri termini come avviene la ripartizione spese condominiali tra ......

 

Incentivi per assunzione colf badanti con reddito di cittadinanza

Pubblicato il: 21-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Quali vantaggi ha chi assume come collaboratore domestico un beneficiario di Rdc? Chi assume come dipendente un beneficiario del reddito di cittadinanza, nella generalità dei casi, ha diritto a un incentivo pari al sussidio residuo spettante al lavoratore. Il beneficio può ammontare a un massimo di 780 euro al mese e ha la durata massima di 18 mesi e minima di 6 mesi. Può essere fruito sotto forma di esonero dal versamento dei contributi all’Inps, oppure sotto forma di credito d’imposta; ne abbiamo parlato in: Agevolazioni per l’assunzione di beneficiari del reddito di cittadinanza. Ma quali sono i datori di lavoro che hanno diritto a questi benefici? Come disposto dalla legge [1] e confermato dall’Inps, con una recente circolare [2], i benefici spettano alla generalità dei datori di lavoro privati, imprese o professionisti. Ma che dire riguardo ai datori di lavoro privati che assumono collaboratori domestici? Ai datori di lavoro domestico spettano gli ......