Recupero Inps pensione non dovuta, fino a quando?

Pubblicato il: 10-01-2018 | In : Senza categoria

0

Fino a quale anno l’Inps può chiedere indietro la prestazione ricevuta indebitamente per superamento dei limiti di reddito? Basta il possesso di un’entrata extra, non necessariamente altissima, per perdere le prestazioni dell’Inps collegate al reddito: l’assegno sociale, ad esempio, si perde se il reddito personale supera 5.889 euro annui, o se si superano 11.778 euro annui fra il reddito proprio e del coniuge. Questo principio, con soglie di reddito differenti, vale anche per la pensione di reversibilità, per l’integrazione al minimo, l’assegno d’invalidità, le maggiorazioni sociali e, in generale, per tutte le prestazioni non cumulabili pienamente con i redditi dell’interessato. Non c’è dunque da stupirsi se ogni anno pullulano comunicazioni da parte dell’Inps con cui l’istituto procede al recupero di somme anche ingenti, a causa del superamento dei limiti di reddito che danno diritto alle prestazioni. Ma fino a quando l’Inps può procedere al recupero della pensione non dovuta? Termine per recuperare la pensione ......

 

Tuning auto: è legale?

Pubblicato il: 05-01-2018 | In : Senza categoria

0

Il tuning auto è legale entro stretti limiti. Vediamo quali. Il tuning è quell’attività che consiste nel modificare (“truccare”) un’automobile, cambiandone così i connotati per renderla maggiormente adatta ai desideri del proprietario. Per gli appassionati di motori si tratta di una vera e propria arte; per la legge, di un’attività non sempre lecita. Vediamo se il tuning auto è legale. Tuning auto: non sempre è legale Solitamente il tuning dell’auto comprende modifiche alla carrozzeria, al motore, all’impianto audio, all’impianto di illuminazione e agli interni del veicolo. In parole povere, ogni singolo pezzo di un’autovettura può essere oggetto di elaborazione. Secondo il codice della strada [1], tutti i veicoli a motore e i rimorchi, per essere ammessi alla circolazione, sono soggetti all’accertamento dei dati di identificazione e della loro corrispondenza alle prescrizioni tecniche ed alle caratteristiche costruttive e funzionali previste dalla legge. L’accertamento ha luogo mediante visita e prova da parte dei competenti uffici delle direzioni ......

 

Cimici spia: cosa sono e come funzionano?

Pubblicato il: 02-01-2018 | In : Senza categoria

0

Non sono usate solo nelle grandi operazioni di spionaggio. Potrebbero essere ovunque, tra noi: ma cosa sono le microspie? Chi le usa? Come funzionano? Proprio non vi fidate di vostra moglie o vostro marito. Alcuni dipendenti non ve la raccontano giusta, ne siete convinti ma vi servono le prove. Avete il dubbio che il vostro domestico in vostra assenza si trasformi in una specie di gazza ladra pronta a fare razzia. Sono solo alcune delle diverse situazioni che scatenano in voi il bisogno estremo di trasformarvi in provetto agente di spionaggio e investigare su persone su cui non riponete più la benché minima fiducia. Avete sempre sentito parlare di queste magiche cimici spia, fedeli compagne di agenti dei servizi segreti, eroi nello smascherare qualsiasi piano sovversivo. Con spionaggi e controspionaggi Hollywood si è arricchita e potenti uomini politici ci hanno pure rimesso le penne (basti pensare al caso Nixon e ......

 

Limiti al prelievo di contanti dal proprio conto corrente

Pubblicato il: 31-12-2017 | In : Di tutto un pò!

0

Ho letto l’articolo “Quanto contante si può versare in banca dopo il 2016” . Nell’arco di vent’anni ho accumulato circa 11.000 euro, che ora vorrei versare in banca per poter acquistare un’auto. Quei soldi transiterebbero solo per poche ore sul conto. Incorrerei o no in problemi? L’Art. 1, co. 898, Legge di Stabilità 2016 (L. 208/2015) che ha modificato l’art. 49 co. 1, d.lgs. n. 231/2007, ha stabilito che il limite all’utilizzo dei contanti è salito da mille a tremila euro ma questo non esclude che il correntista possa prelevare dal conto una somma superiore a tale importo. Infatti, il titolare del conto corrente, o un suo delegato alla firma, ha facoltà di prelevare dal proprio conto anche un importo superiore a 3000 euro senza incorrere in alcuna violazione della normativa sulla tracciabilità del denaro perché il correntista, quando trasferisce alla banca il proprio denaro non ne trasferisce la proprietà ma solamente ......

 

Come scoprire se un’email è stata inviata da Facebook

Pubblicato il: 22-12-2017 | In : Senza categoria

0

Se hai ricevuto una email da Facebook, aspetta a cliccare. Potrebbe essere falsa e trattarsi di una truffa per rubarti i dati della carta di credito. Spesso riceviamo email da Facebook su aggiornamenti di stato, tentativi di accesso al nostro account, richieste di amicizia e molto altro ancora. A volte però potrebbero essere messaggi fraudolenti di qualche pirata informatico che vuole truffarci per rubare i nostri dati personali come ad esempio quelli della banca. Prima di cliccare o fare qualsiasi altra cosa indicata nel messaggio, è bene essere sicuri che non si tratti di una truffa. Per non cadere in trappola, non occorre essere un esperto informatico perché ora c’è un modo molto semplice per scoprire se un’email è stata inviata da Facebook. Facebook è uno dei servizi più presi di mira dal phishing. Il phishing è una tecnica usata dai pirati informatici per trarre in inganno una vittima e portarla a fare ......

 

Cosa fare se il cane del vicino abbaia di continuo

Pubblicato il: 21-12-2017 | In : Senza categoria

0

Nell’appartamento al piano sottostante al mio abita da circa cinque anni una famiglia con un cane da caccia, che di giorno viene spesso lasciato solo in casa. Questo cane abbaia quasi di continuo fino al ritorno dei suoi proprietari. Io e la mia famiglia non abbiamo riposo in casa. Ho contattato l’amministratore perché esponesse il problema ai proprietari del cane, ma ad oggi la situazione non è mutata. Cosa posso fare? Sebbene non esista una norma di legge che vieti ad un cane di abbaiare, il legislatore ha prescritto che il proprietario dell’animale domestico rumoroso debba adoperarsi (con tutti i mezzi a sua disposizione) per evitare che abbai negli orari di riposo ed, in ogni caso, che provochi molestie al vicinato. Qualora, infatti, il cane arrechi particolare fastidio, è possibile sporgere una querela (presso la procura della Repubblica o presso i carabinieri o la polizia) denunciando il disturbo delle occupazioni o del ......

 

Sterpaglia: si può appiccare il fuoco sulla potatura?

Pubblicato il: 19-12-2017 | In : Senza categoria

0

È reato bruciare rami secchi, potatura, erba, paglia e altri vegetali su di un terreno diverso con la sola finalità di eliminare il rifiuto. Hai raccolto, dal tuo campo, una bel po’ di foglie e rami secchi, erba e paglia, residui della potatura periodica. Ne hai fatto una montagnella e ora vorresti bruciarla, ma non sai dove e come, né quali rischi corri da un punto di vista legale. La tentazione è di spostare i rifiuti vegetali su un altro terreno abbandonato e darvi fuoco, ma temi di poter essere denunciato. Magari, i carabinieri, vedendo il fumo, potrebbero chiederti chiarimenti e incriminarti per qualche reato a te in questo momento sconosciuto. Del resto si sa che lo smaltimento di rifiuti, anche quelli apparentemente inoffensivi come quelli vegetali, devono seguire regole precise. Diversamente il rischio di incendi – già sufficientemente frequenti nel nostro Paese durante la bella stagione – sarebbe eccessivo. Cosa ......

 

Pensione con 5 anni di contributi, come fare

Pubblicato il: 07-12-2017 | In : Di tutto un pò!

0

In quale modo è possibile pensionarsi con soli 5 anni di contributi? Hai da poco compiuto l’età pensionabile (66 anni e 7 mesi sino al 2018, 67 anni dal 2019) ma non arrivi a 20 anni di contributi? Purtroppo non puoi ottenere la pensione di vecchiaia ordinaria, per la quale sono necessari 20 anni di contributi (15 soltanto se rientri tra i destinatari di alcune deroghe “sopravvissute” alla legge Fornero). Puoi, però, ottenere la pensione di vecchiaia contributiva se possiedi almeno 5 anni di contributi, al raggiungimento di 70 anni e 7 mesi di età (71 anni dal 2019). Per ottenere questa pensione, però, devi essere assoggettato al calcolo integralmente contributivo della prestazione; se non fai parte di questa categoria, cioè quella dei cosiddetti “contributivi puri”, esistono comunque dei modi per rientrarvi. Ma procediamo per ordine e vediamo, nel dettaglio, come fare per ottenere la pensione con 5 anni di contributi. Pensione di ......

 

I falsi miti sul surgelato e la qualità Bofrost

Pubblicato il: 05-12-2017 | In : Di tutto un pò!

0

Quando si parla di prodotti surgelati, è facile che qualcuno storca un po’ il naso. Chi acquista alimenti surgelati si trova spesso dinanzi a critiche più o meno velate, a causa della convinzione che i surgelati siano meno salutari e poco convenienti. Niente di più errato! La conservazione per surgelamento è una tecnica messa a punto nel secolo scorso per migliorare lo stoccaggio degli alimenti mantenendone il più possibile inalterate le proprietà organolettiche e nutritive. Ad oggi questa tecnica si configura come una delle migliori pratiche di conservazione alimentare con l’ausilio delle basse temperature, eppure deve fare i conti con chi associa il concetto di alimentazione sana esclusivamente alla scelta del “fresco”. Cerchiamo quindi di fare chiarezza e di smascherare i falsi miti che riguardano i surgelati. I prodotti surgelati sono di scarsa qualità: falso! Spesso si tende a pensare che il prodotto surgelato sia l’equivalente di un prodotto di bassa qualità. ......

 

Accertamento prima casa: qual è la prescrizione?

Pubblicato il: 03-12-2017 | In : Senza categoria

0

L’indebito utilizzo delle agevolazioni fiscali sull’acquisto prima casa – cosiddetto bonus prima casa – può essere contestato entro massimo 3 anni a partire da 18 mesi dal rogito. Hai appena acquistato una casa e, per usufruire delle agevolazioni fiscali che ti consentono di ridurre l’Iva al 4% o l’imposta di registro al 2% (a seconda che l’acquisto avviene da un costruttore o un privato) hai dichiarato che si tratta della tua «prima casa». Il notaio ti ha fatto notare però che, per poter ottenere il bonus, è necessario che tu trasferisca la tua residenza del Comune ove si trova l’immobile entro 18 mesi dal rogito. Così inizi ad avviare le pratiche, ma qualcosa si inceppa: l’appartamento non è ancora pronto. La ditta dei lavori sta ritardando la consegna e gli arredi non sono stati ancora montati. In una situazione del genere non puoi andare a vivere nel nuovo appartamento e questo ......