Il socio lavoratore va assicurato all’Inail?

Pubblicato il: 12-06-2017 | In : Senza categoria

0

Sono socio di una Srl, con un contratto di assunzione a lavoro dipendente. Vorrei sapere se devo essere anche assicurato all’Inail. Come per tutti gli altri dipendenti, l’obbligo di iscrizione all’assicurazione dell’Inail vale anche per i soci lavoratori, ossia coloro che prestano attività di lavoro subordinato alle dipendenze della società di cui essi stessi detengono le quote o le azioni. La legge [1] secondo cui il socio lavoratore va assicurato all’Inail è del lontano 1965 ma è tutt’ora in vigore. Essa stabilisce che sono compresi nell’assicurazione dell’Inail «i soci delle cooperative e di ogni altro tipo di società, anche di fatto, comunque denominata, costituita od esercitata, i quali prestino opera manuale, oppure non manuale». Pertanto, ai fini dell’assicurazione Inail, i soci lavoratori di qualsiasi tipo di una società non artigiana si considerano alla stregua dei normali dipendenti, se svolgono attività lavorativa diretta a favore dell’azienda, sia sotto la forma della subordinazione gerarchica ......

 

Separazione con figli: casa di lei assegnata al padre, possibile?

Pubblicato il: 09-06-2017 | In : Senza categoria

0

La assegnazione della casa coniugale dopo la separazione non dipende dal titolo di proprietà né vuole favorire la figura materna ma solo l’interesse dei figli a restare nell’ambiente domestico in cui sono cresciuti. Sono separata dal 2015 e ho due figli. L’appartamento dove vivevo è di mia proprietà, ma il giudice lo ha assegnato a mio marito che ha convinto nostro figlio minore a dire che vuole vivere con lui. Ora vivo in affitto con mia figlia e non ho mio figlio con me… Ma i giudici non proteggono sempre le mamme, o sbaglio? Come si può fare per ribaltare la situazione? Sicuramente il caso riguardante la lettrice presenta delle peculiarità considerata la generale tendenza dei vari tribunali a prevedere la collocazione materiale di figli minori presso la madre rispetto al padre. Va detto però che la maternal preference (ossia la preferenza per la figura materna) non costituisce un principio assoluto né privo ......

 

Disoccupazione cococo senza limiti

Pubblicato il: 20-05-2017 | In : Senza categoria

0

Il Jobs Act proroga oltre il 2017 la disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. Disoccupazione per tutti i parasubordinati, anche dopo il 2017: è questa una delle principali novità del Jobs Act dei lavoratori autonomi, che stabilizza senza limiti la Discoll, cioè l’indennità di disoccupazione dei cococo. Questa misura, dunque, non sarà più sperimentale, ma a carattere permanente. Vengono alleggeriti, tra l’altro, i requisiti per poterne fruire: non sarà più richiesto, in particolare, che il lavoratore possieda, nell’anno solare in cui si verifica l’evento di cessazione dal lavoro, un mese di contribuzione oppure un rapporto di collaborazione pari almeno ad un mese e che abbia dato luogo a un reddito almeno pari alla metà dell’importo valido per l’accredito di un mese di contributi. Inoltre, la norma ammette alla fruizione dell’indennità anche gli assegnisti e coloro che svolgono un  dottorato di ricerca, per gli eventi di disoccupazione dal 1° luglio 2017. Aumenta, però, per ......

 

L’amministrazione deve rispondere a una istanza del cittadino?

Pubblicato il: 11-05-2017 | In : Senza categoria

0

Le richieste devono essere riscontrate dall’ente pubblico solo laddove esiste una norma di legge che lo impone. Immaginiamo di presentare una diffida al Comune in cui gli chiediamo di correre ai ripari a una situazione grave di degrado che si è verificata nel nostro quartiere; o di chiedere al Ministero di eseguire degli accertamenti all’interno di un ente locale o di un’azienda pubblica per via delle condotte illecite di alcuni dipendenti. Abbiamo diritto a una risposta? Assolutamente no. E questo perché se la P.A. dovesse riscontrare tutte le diffide o le richieste presentate dai cittadini la sua attività ne sarebbe totalmente paralizzata. Laddove però una norma di legge specifica impone all’amministrazione di rispondere in tempi certi e predefiniti, allora il cittadino ha diritto a una replica. A chiarire questi concetti è stato il Consiglio di Stato con una recente sentenza [1]. Come ha più volte già chiarito la giurisprudenza, la pubblica amministrazione ......

 

La qualità di una comunità quale prodotto della comunicazione interpersonale – Alla base della nazione òòòò

Pubblicato il: 10-05-2017 | In : Di tutto un pò!

0

Prof. Sergio Benedetto Sabetta ...

 

Casa in costruzione e polizza indennitaria

Pubblicato il: 06-05-2017 | In : Senza categoria

0

Se compri una casa in costruzione devi essere obbligatoriamente garantito dalla polizza indennitaria: caratteristiche. Un immobile in costruzione può risultare un acquisto conveniente per molte ragioni. Ad esempio, si può comprare una casa assolutamente nuova in tutte le sue caratteristiche (materiali, impianti, strutture, ecc), scegliendo una divisione degli spazi che si armonizzi col proprio gusto e con le proprie esigenze. Ebbene il descritto acquisto non è immune da pericoli, visto la difficoltà che molte imprese attraversano e il potenziale pericolo di fallimento della società venditrice. Per ovviare a tale rischio, la legge [1] ha previsto come obbligatorio, il rilascio di una polizza fideiussoria a favore del compratore. In questo modo, egli sarà garantito dalle somme, pattuite nel contratto preliminare e versate “in avanzamento” a favore dell’impresa, sino al contratto definitivo d’acquisto. Se il costruttore non dovesse rilasciare la descritta garanzia, il preliminare firmato sarebbe inoltre nullo, con la possibilità per il compratore ......

 

Posso rifiutare la parte iniziale o finale del prosciutto?

Pubblicato il: 05-05-2017 | In : Senza categoria

0

Ogni volta che vado dal salumiere e chiedo del prosciutto, mi viene rifilata sempre la parte finale della coscia oppure la fetta iniziale che di norma è più dura e secca. Chiedo che mi venga dato un altro pezzo, ma mi dicono che non è possibile. Quali sono i miei diritti? Anche la vendita di prosciutto è un contratto che – sebbene oralmente e non per iscritto – si forma mediante l’incontro delle due volontà, quella dell’acquirente da un lato e quella del venditore dall’altro. Se non c’è il consenso di entrambe le parti su ogni aspetto della compravendita, ivi compreso l’oggetto, il contratto non si perfeziona e quindi nessuna delle due è tenuta ad adempiere la propria prestazione. Il risultato è che, pur non esistendo norme che attribuiscano al consumatore il diritto di ottenere la parte centrale del prosciutto, ossia quella migliore, è diritto di quest’ultimo sottrarsi alla stipula del ......

 

Run Adventure

Pubblicato il: 04-05-2017 | In : Senza categoria

0

Postata la recensione su run adventure disponibile gratuitamente per smartphone e tablet con il download dell'applicazione run adventure gratis su apps.slack.com ...

 

Run Run

Pubblicato il: 02-05-2017 | In : Di tutto un pò!

0

Postata la recensione su run run disponibile gratuitamente per smartphone e tablet con il download dell'applicazione run run gratis su apps.pinterest.com ...

 

Sabato mattina whatsapp diventerà a pagamento! Se hai almeno venti contatti manda questo messaggio a loro | BUFALA

Pubblicato il: 30-04-2017 | In : Senza categoria

0

Whatsapp: Circola ancora con insistenza una bufala di qualche tempo fa circa il client di messaggistica per smartphone più famoso al mondo e sul fatto che diventerà a pagamento. E la cosa che più vi sembrerà strana e che ancora molta gente ci casca ed inizia a mandare il messaggio. Voi quante volte lo avete ricevuto un messaggio del genere? Io solo in questa settimana da 10 amici differenti, addirittura alcuni lo hanno postato all’interno di alcuni gruppi whatsapp di cui faccio parte. Whatsapp: la bufala Ecco cosa dice la bufala Sabato mattina whatsapp diventerà a pagamento! Se hai almeno venti ...