Se manca la prova posso rifare il processo?

Pubblicato il: 18-01-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Se la causa si chiude per difetto di prova, le parti non possono riaprire il giudizio in un momento successivo. Hai dato incarico a un avvocato di procedere in giudizio contro un tuo rivale. Gli hai fornito tutti i documenti e i nomi dei testimoni necessari a dimostrare la fondatezza del tuo diritto. Il tuo difensore ha così esibito in causa tutte le prove che gli hai consegnato. Ma il giudice non le ha ritenute sufficienti. Nella sentenza definitiva che ha chiuso il processo si legge infatti che «l’attore non è riuscito a raggiungere la prova dei fatti contestati». Insomma, a detta del tribunale c’era bisogno di altri elementi per vincere la causa e ottenere tutela. Interdetto e meravigliato, dopo un primo momento di disorientamento (anche perché sei stato costretto a pagare le spese processuali, il che ti suona come la beffa dopo il danno), hai chiesto al tuo avvocato di ......

 

Atto giudiziario consegnato al convivente: nessuna informazione

Pubblicato il: 18-01-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Notifiche: cade l’obbligo della raccomandata informativa in caso di consegna dell’atto giudiziario a un familiare convivente con il destinatario effettivo. Come tante altre persone, tutte le mattine esci per andare a lavorare. Tua moglie però rimane a casa a sbrigare le faccende domestiche. Così, quando arriva il postino, è lei a ritirare le raccomandate per tuo conto. Un giorno, però, insieme alle bollette e all’avviso di convocazione della riunione di condominio, il postino le consegna anche una busta verde con su scritto «Atti giudiziari». Comprendendo che si tratta di una comunicazione importante, tua moglie la conserva all’interno della borsa per distinguerla dalle altre lettere. Al tuo ritorno, però, si dimentica di avvisarti perché la discussione si ferma sulla convocazione dell’assemblea e su tutte le delicate questioni che dovrete discutere in riunione coi vicini. L’atto giudiziario resta nella borsa per quasi un mese, fino a quando tua moglie si accorge della dimenticanza. ......

 

Notifiche, addio raccomandata informativa (can)

Pubblicato il: 18-01-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Atti giudiziari: il destinatario della raccomandata non saprà più se il postino ha consegnato la busta a un familiare convivente. Tra le tante modifiche alla legge sulle notifiche a mezzo posta, la legge di bilancio per il 2018 ha cancellato la cosiddetta Can, la comunicazione di avvenuta notifica, ossia la raccomandata informativa che, fino a ieri, veniva inviata al destinatario di un atto giudiziario tutte le volte in cui, in sua assenza, il postino consegnava la busta a un familiare convivente. In questo modo è stato esteso il sistema già previsto per gli atti dell’amministrazione finanziaria (ad es. accertamenti dell’Agenzia Entrate, cartelle esattoriali, ecc.) anche ai comuni atti giudiziari (citazioni, ricorsi, decreti ingiuntivi, ecc.). La modifica che dà l’addio alla raccomandata informativa è di tutto rilievo e comporta una minore tutela per il  cittadino il quale, già dal 1° gennaio 2018, potrebbe non venire più a sapere di essere stato raggiunto da ......

 

Tutela integratoria attenuata in assenza del giustificato motivo oggettivo di licenziamento

Pubblicato il: 18-01-2018 | In : feed

0

Cassazione civile, sezione lavoro, sentenza 18.12.2017 ...

 

Frappè alla banana: la ricetta per prepararlo cremoso in poco tempo

Pubblicato il: 18-01-2018 | In : feed

0

Frappè alla banana: la ricetta per prepararlo cremoso in poco tempo Il frappè alla banana è più di una semplice L'articolo Frappè alla banana: la ricetta per prepararlo cremoso in poco tempo sembra essere il primo su Italyan Style. ...

 

20/01 Leo Bonarrivo @ Pelledoca – Milano

Pubblicato il: 18-01-2018 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

Sabato 20 gennaio al mixer del Pelledoca - Milano arriva il dj producer siciliano Leo Bonarrivo. ...

 

Fabbrica di Pedavena Lago di Levico (TN): 17/1 Reggaeton in Fabbrica, 19/1 Fabbrica Live: …

Pubblicato il: 18-01-2018 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

Reggaeton in Fabbrica è un appuntamento sempre più amato e frequentato. E' il sound del momento ed imparare a muoversi al suo ritmo potrebbe essere una buona idea. L'ingresso è sempre gratuito ed il divertimento scatenato garantito.  Al mixer c'è Javi de Cuba DJ, alla voce arriva Alan Fernandez. Ingresso libero e cons. facoltativa come sempre in Fabbrica. ...

 

#Costez: 19/1 Play With Us @ Hotel Costez – Cazzago, 20/1 Show Time & 27/1 Vida Loca @ …

Pubblicato il: 18-01-2018 | In : feed, Musica e Spettacolo

Tag:

0

Già in programma tre party decisamente hot per l'universo Costez nella seconda metà di gennaio. Il brand creato da Paolo e Francesco Battaglia continua a proporre eventi che sanno stupire ...

 

Autorizzazioni per aprire una ludoteca

Pubblicato il: 17-01-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Quali sono gli adempimenti e i requisiti necessari per realizzare una ludoteca? Aprire una ludoteca è senza dubbio una buona opportunità di fare impresa  per chi vuole lavorare con i bambini. Bisogna però tener presente che la ludoteca non ha la stessa funzione di un asilo nido, ma è uno spazio di intrattenimento. Generalmente la ludoteca è dedicata a bambini e ragazzi fra i 3 e i 15 anni, anche se è possibile aprire ludoteche per adulti e anziani. Se l’attività offre dei servizi simili a quelli dell’asilo nido (attività didattico- formative, servizi di mensa, servizi di riposo), pur potendo avere la denominazione di “ludoteca” non rientra nelle attività di intrattenimento e di divertimento, ma nelle attività di assistenza sociale non residenziale: per l’avvio di queste attività sono richiesti requisiti e autorizzazioni differenti, quindi indispensabile pianificare nel dettaglio il modo in cui l’attività della ludoteca sarà svolta, i servizi offerti e le ......

 

Autorizzazione permessi Legge 104

Pubblicato il: 17-01-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Come richiedere all’Inps e al datore di lavoro i permessi della Legge 104 per assistere un familiare disabile. Chi assiste un familiare, con handicap in situazione di gravità riconosciuto ai sensi della Legge 104 [1], ha diritto ad usufruire di permessi retribuiti pari a 3 giorni al mese, frazionabili anche a ore. I permessi sono retribuiti dall’Inps, pertanto è necessario inviare un’apposita domanda all’istituto per averne diritto, unitamente a una domanda indirizzata al datore di lavoro. Vediamo in questa breve guida quali sono gli adempimenti necessari per ottenere l’autorizzazione permessi Legge 104. Chi ha diritto all’autorizzazione permessi Legge 104 Innanzitutto bisogna tener presente che i permessi Legge 104 spettano ai lavoratori che assistono un familiare con handicap grave riconosciuto da un’apposita commissione medica  Asl (nell’attesa del riconoscimento “ufficiale”, è possibile ottenere una certificazione provvisoria sostitutiva) . Nel dettaglio, i permessi spettano per i seguenti familiari: ai genitori; al coniuge; al convivente more uxorio; al partner unito civilmente; ai parenti ......