Accertamento con adesione

Pubblicato il: 17-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Il concordato con l’Agenzia delle Entrate: pagamento e conseguenze su eventuali successivi controlli. Se ti è arrivata una lettera di contestazione da parte dell’Agenzia delle Entrate e ritieni che la tua posizione sia indifendibile, tramite l’accertamento con adesione hai la possibilità di ridurre i danni ed evitare pesanti sanzioni. Di che si tratta? L’accertamento con adesione, anche detto concordato, è una procedura di accertamento effettuata “a tu per tu” tra il contribuente e il funzionario dell’ufficio delle imposte. Grazie ad essa il primo può concordare con l’ufficio una maggiore imposta dovuta rispetto a quella dichiarata (ma generalmente inferiore a quella accertata dagli Uffici). L’accertamento con adesione è, pertanto, l’espressione di una collaborazione fra contribuente e Uffici.  Contrariamente a quanto potrebbe apparire e a dispetto del nome stesso (“concordato”), l’accertamento con adesione non è una transazione, un accordo bonario. Esso confluisce pur sempre in un atto unilaterale dell’Agenzia delle Entrate la quale esercita una ......

 

Pieces of Horus

Pubblicato il: 17-07-2019 | In : Bambini, feed, Giochi e Gambling, Videogame

0

Pieces of horus è il classico gioco di puzzle ma ambientato nell'antico Egitto.Armatevi della vostra memoria fotografica e delle vostre capacità di ricomporre oggetti. Dovrete appaiare oggetti identici e ricomporre parti di antichi elementi della civiltà  nata sulle rive del Nilo... ...

 

Come incassare un assegno in nero

Pubblicato il: 17-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Pagare un assegno in contanti allo sportello evita i controlli dell’Agenzia delle Entrate?  Internet ci ha dato uno spaccato delle ipocrisie della nostra società. Con un computer davanti, nella solitudine della propria stanza, le persone tornano ad essere più facilmente se stesse. Succede in modo assai evidente sui social ma non solo. Ad esempio, la cronologia di navigazione sui siti può servire a ricostruire la personalità di un individuo, i suoi gusti, le sue preferenze. Dati importantissimi per chi vende sul web, tanto da essere registrati attraverso i cookies. Anche Google ha un suo modo di memorizzare le ricerche degli utenti e di selezionare quelle più frequenti. Questo algoritmo si chiama Google Suggest e lo utilizziamo quando, nel digitare una parola sulla stringa di ricerca, vediamo apparire i suggerimenti a possibili combinazioni (che poi sono quelle più usate). Ecco, stabilire cosa cerca la gente è utilissimo per chi fa informazione online ......

 

Decreti ingiuntivi senza più bisogno del giudice

Pubblicato il: 17-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Sarà l’avvocato del creditore ad emettere il decreto. Rimane al giudice la provvisoria esecutività. Opposizioni con ricorso e Cu a carico del debitore. Un passaggio in meno dal giudice, un nuovo compito per gli avvocati: il disegno di legge in discussione alla commissione Giustizia del Senato (domani scade il termine per presentare gli emendamenti) prevede che l’avvocato difensore del creditore potrà emettere decreti ingiuntivi senza più bisogno del giudice. Il creditore di una somma liquida di denaro si recherà dal suo avvocato che, verificati i presupposti, emetterà un’ingiunzione di pagamento da notificare al debitore, il quale avrà 20 giorni (non più 40 come oggi) per opporsi. Con questa riforma salta un’altra intermediazione giudiziaria: la relazione di accompagnamento al disegno di legge [1] parla apertamente di «lentezza e farraginosità» dell’attuale procedura di recupero del credito ed elimina il passaggio dal giudice civile per l’emissione del decreto, ritenuto non necessario in quanto si tratta ......

 

Errore sul lavoro: chi paga?

Pubblicato il: 17-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Licenziamento per colpa del dipendente in buona fede: è legittimo? Siamo abituati a pensare che il licenziamento per giusta causa scatti solo per condotte dolose, poste cioè in malafede e con l’intenzione precisa di realizzare un determinato comportamento che, di fatto, è dannoso per l’azienda. Ma, nell’arco di un rapporto lavorativo, si può anche sbagliare in buona fede: errare è umano ed è di tutti, a prescindere dal ruolo. In ipotesi del genere quali sono i poteri disciplinari che competono al datore di lavoro? Si può sanzionare, o peggio licenziare, un dipendente distratto, incauto o negligente? Per l’errore sul lavoro chi paga? Una recente sentenza della Cassazione affronta il problema del licenziamento per colpa.  Per comprendere meglio le motivazioni della pronuncia facciamo un esempio pratico, che poi corrisponde al caso prospettato innanzi a giudici.  Immaginiamo che, in un negozio, il cassiere si assenti per malattia. Al suo posto viene piazzato un altro dipendente. ......

 

Bonus assunzione 2019: tutte le agevolazioni

Pubblicato il: 17-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Bonus Ires e giovani eccellenze, proroga bonus Sud, esonero contributivo del 50%, incentivi assunzione disoccupati e lavoratori in Cigs, donne e over 50: le agevolazioni 2019. Sono stati introdotti, con la manovra 2019, dei nuovi incentivi all’occupazione, come il bonus per l’assunzione dei giovani laureati con 110 e lode e la riduzione dell’Ires per l’incremento occupazionale. Altri incentivi, ossia il bonus occupazione Mezzogiorno e l’esonero contributivo del 50% per l’assunzione di giovani, sono stati prorogati, il primo da un nuovo decreto Anpal, il secondo dal decreto Dignità. Restano, poi, alcuni vecchi incentivi all’occupazione, come il bonus per l’assunzione delle donne e degli over 50 ed il bonus per chi assume lavoratori in Naspi e in cassaintegrazione straordinaria. Per quanto riguarda l’apprendistato professionalizzante, è possibile cumulare i vantaggi di questo particolare tipo di contratto con gli altri esoneri contributivi. A queste agevolazioni potrebbe aggiungersi un nuovo beneficio, che deve essere confermato dal cosiddetto “pacchetto previdenza” (l’insieme ......

 

Chi deve fare il 730

Pubblicato il: 17-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Dichiarazione dei redditi con modello 730: chi deve presentarla, in quali casi si è esonerati, principali adempimenti. Il 730 è il modello di dichiarazione reddituale che può essere presentato da tutti coloro che possiedono soltanto le seguenti tipologie di reddito: dei terreni, dei fabbricati, di lavoro dipendente e assimilati (pensione, disoccupazione, etc.) e redditi diversi (alcuni redditi di capitale o soggetti a tassazione separata, redditi di lavoro autonomo occasionale). Non occorre avere un sostituto d’imposta, cioè un datore di lavoro o un ente previdenziale che si occupa di effettuare eventuali trattenute o rimborsi, derivanti dalla dichiarazione, nei cedolini di pagamento: si può presentare, difatti, l’apposito modello 730 senza sostituto. Chi, invece, ha la partita Iva aperta o è obbligato alla tenuta di scritture contabili, o, ancora, possiede redditi di partecipazione, o percepiti all’estero, o entrate differenti da quelle dichiarabili nel 730, è tenuto alla presentazione del modello Unico, anche se possiede redditi ......

 

Sono obbligato a lavorare di domenica?

Pubblicato il: 17-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Il dipendente è sempre obbligato a svolgere lavoro domenicale, su richiesta dell’azienda, o può legittimamente rifiutarsi? Sono ormai lontani i tempi in cui la domenica era considerata un giorno “sacro” e le persone costrette al lavoro domenicale erano veramente poche, per lo più addette alle attività di pubblica utilità. Negli ultimi anni, è vero, si sono accese diverse polemiche al riguardo, riguardanti soprattutto i lavoratori dipendenti dalle aziende della grande distribuzione, ed i dipendenti delle imprese del settore turistico. Ma che cosa dispone la legge al riguardo? Considerando che la nostra Costituzione ed il codice civile risalgono agli anni quaranta, c’è qualche speranza che il lavoro domenicale sia ancora vietato? Esistono persone esonerate dal lavoro domenicale? In altre parole, sono obbligato a lavorare di domenica, o posso legittimamente rifiutarmi, magari per esigenze familiari, oppure perché appartengo a una categoria tutelata? La Costituzione vieta di lavorare la domenica? Vediamo innanzitutto, in merito al lavoro ......

 

Bonus assunzione Mezzogiorno 2019

Pubblicato il: 17-07-2019 | In : Attualità e Società, feed

0

Prorogato sino al 2020 il bonus per l’assunzione di giovani e disoccupati delle regioni del Sud Italia: come funziona l’incentivo, chi ne ha diritto, come fare domanda. Prorogato, per il 2019, con un’apposita previsione inserita nella legge di Bilancio 2019 ed un successivo decreto emanato dall’Anpal [4], il cosiddetto bonus assunzione Sud, o bonus occupazione Mezzogiorno: quest’agevolazione, che originariamente era valida per le assunzioni effettuate nel Mezzogiorno dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018, si chiama ” Incentivo occupazione Mezzogiorno” e si rivolge ai datori di lavoro privati che assumono in Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia lavoratori di età compresa tra i 16 anni e 34 anni, o con almeno 35 anni di età e privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi. Il decreto Anpal ha ribattezzato l’agevolazione “Incentivo occupazione sviluppo Sud”, l’ha estesa alle assunzioni dal 1° maggio al 31 dicembre 2019 e ha ......

 

Tentacle Wars

Pubblicato il: 16-07-2019 | In : Bambini, feed, Giochi e Gambling, Videogame

0

...