Quando spetta l’aumento dello stipendio

Pubblicato il: 20-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Assegnazione a mansioni superiori, premi aziendali, promozioni automatiche e riconoscimenti fissi in busta paga: quando la retribuzione va adeguata alle modifiche tacite del contratto di lavoro. Ci sono dipendenti che restano una vita con lo stesso stipendio, salvo l’adeguamento al costo della vita. E altri invece che possono contare su premi produzione, scatti di anzianità e miglioramenti dovuti a un innalzamento della qualifica professionale. Ma in alcuni casi è la legge a imporre un incremento della retribuzione: ciò succede prevalentemente quando il lavoratore viene adibito a mansioni superiori per un certo lasso di tempo. Un’altra ipotesi è quando il datore eroga puntualmente una maggiorazione (dovuta, ad esempio, a un incentivo, a un rimborso forfettario di spese, ecc.) che diventa poi parte della retribuzione fissa proprio per via del riconoscimento continuato che viene fatto dall’azienda. Di tutto ciò parleremo in questo articolo: in particolare spiegheremo quando spetta l’aumento dello stipendio e cosa ......

 

Lavoro e contratti: le ultime novità

Pubblicato il: 20-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Ultimi aggiornamenti in materia d’impiego e contratti di lavoro: come si evolvono la legge e le regole operative ministeriali. Quando si parla di lavoro si affronta un argomento molto delicato, particolarmente complesso ed in continua evoluzione. I rapporti di lavoro, difatti, possono avere numerose peculiarità: al contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, difatti, si sono affiancate negli anni numerose tipologie di contratti “cosiddetti” flessibili, dal contratto a termine a quello stagionale, dalla somministrazione al lavoro a chiamata, sino ad arrivare al nuovo contratto di prestazione occasionale. Per non parlare delle disposizioni che regolamentano ciascun rapporto di lavoro derivanti dai contratti collettivi, che possono cambiare a seconda dell’inquadramento del lavoratore e della sua anzianità, o, ancora, delle disposizioni in materia di contributi ed assicurazione, o, ancora, di incentivi all’assunzione. Oltre alla legge ed ai contratti collettivi, bisogna aver riguardo anche alle circolari del ministero del Lavoro, dell’Inps e dell’Inail (quando ......

 

Shark Sniping 2017

Pubblicato il: 20-06-2018 | In : feed, Internet e Siti Web

0

Shark Sniping 2017 per tablet iPad e iPhone. ...

 

Il lavoratore deve comunicare l’adesione allo sciopero?

Pubblicato il: 19-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Hai deciso di aderire all’astensione collettiva da lavoro organizzata nella tua azienda. Sei obbligato ad informare il tuo datore? Straordinari che non vi sono pagati da molti mesi ormai; rinnovi contrattuali attesi da anni e mai avvenuti; mancanza di sicurezza e organizzazione sul lavoro; esuberi. Sono davvero tante le motivazioni che possono portare te e i tuoi colleghi a organizzare uno sciopero collettivo. Vi sentite inascoltati e non trovate altro mezzo per potere far sentire la vostra voce, se non quello di organizzare una gigantesca astensione di massa da lavoro. Ci sono diverse modalità per far valere questo diritto e, anche se non esiste una normativa organica, completa specifica in merito (a parte paletti normativi per alcune tipologie di lavoro che riguardano i servizi pubblici essenziali per la comunità), potete comunque contare su questo diritto garantito. Ti chiedi ora come comportarti concretamente in caso di sciopero. Come organizzarlo e, soprattutto, ......

 

Cosa rischio se entro in una chiesa abbandonata?

Pubblicato il: 19-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Di chi è la proprietà delle chiese? Quando una chiesa può dirsi abbandonata? Commetto reato se entro in una chiesa sconsacrata? La chiesa è l’edificio di culto per eccellenza: in essa si recano i cristiani per pregare e per svolgere le attività tipiche parrocchiali. La chiesa, infatti, non è solamente il luogo ove si ritrovano i fedeli della stessa religione, ma spesso diventa anche il punto di incontro di persone unite da un comune senso di appartenenza o da una passione: si pensi alle tante attività che le parrocchie più organizzate pongono in essere, come lezioni di canto, di recitazione, tornei sportivi, ecc. Imbattersi in una chiesa abbandonata è cosa rara, ma non impossibile: tanti vecchi edifici, costruiti in luoghi inaccessibili, sono col tempo diventati strutture dimenticate da tutti. Si può entrare in una chiesa abbandonata? C’è il pericolo di commettere qualche illecito? Se ti stai chiedendo cosa rischio se entro in ......

 

Risarcimento danni contro eredi

Pubblicato il: 19-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

I successori del defunto subentrano anche negli obblighi risarcitori del medesimo. L’azione legale è comunque soggetta ai termini di prescrizione. Avete subito un danno e volevate agire per il risarcimento, ma nel frattempo siete venuti a sapere che il responsabile è deceduto: ebbene siete ancora in tempo per avere il vostro risarcimento oppure no? Oppure è prematuramente scomparso vostro padre e, in quanto eredi del medesimo, avete ricevuto un atto di citazione a comparire dinanzi al Tribunale per un danno provocato dal compianto genitore: è possibile? La legge italiane ammette l’azione di risarcimento danni contro gli eredi della persona responsabile? E se, come immaginate, la risposta è positiva, c’è un limite temporale alla proponibilità della causa e in che misura? In quest’articolo è intenzione dare la risposta alle domande appena poste. Risarcimento danni contro eredi: i presupposti È noto alla generalità dei lettori del nostro sito, che alla morte di una persona si ......

 

Come nascondere dove abita una persona

Pubblicato il: 19-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Come nascondere la residenza? Come farsi cancellare dai registri anagrafici? È possibile rendersi irreperibili? Quali sono gli svantaggi di scappare via? Tutti da piccoli abbiamo giocato a nascondino: partiva la conta e pronti a scappare via alla ricerca di un rifugio, di un posticino, anche solo di un anfratto dove celarsi. Crescendo, però, la voglia di nascondersi è venuta sempre meno: essere appariscenti aiuta a stringere amicizie, a fare colpo su una bella ragazza, ad apparire sicuri di sé davanti al datore di lavoro. E poi ci sono facebook, twitter, linkedin e tutta una serie di social network che ci chiedono tutti i nostri dati; per non parlare della geolocalizzazione presente nei nostri cellulari. Ebbene, un’eccessiva reperibilità non è sempre una cosa positiva. Se hai un debito e sei facilmente rintracciabile, prima o poi ti verrà pignorata la macchina o, peggio ancora, la casa; se sei facilmente rintracciabile, tua moglie riuscirà sempre ......

 

Straordinari pagati fuori busta paga: che fare?

Pubblicato il: 19-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Le ore lavorate in più rispetto al limite stabilito vanno inserite nel cedolino, altrimenti il dipendente può denunciare l’azienda. Ecco le sanzioni. Saranno pure straordinari, ma pur sempre di lavoro si tratta: perché mai dovrebbero essere pagati fuori busta paga? La risposta è tanto ovvia quanto imbarazzante: perché l’azienda ci risparmia in tasse e contributi sui soldi dello straordinario. E, di conseguenza, il lavoratore ci perde. Quindi se il mio datore di lavoro decide che gli straordinari vengono pagati fuori busta paga, che fare? La risposta a questa domanda è meno ovvia ma può arrivare ad essere altrettanto imbarazzante: devo denunciare il datore di lavoro. Eh, ma così ci perdo il posto, può pensare il dipendente. Non è così scontato: bisogna ricordare, infatti, che quando un’azienda costringe un lavoratore sotto la minaccia del licenziamento ad accettare delle condizioni peggiori rispetto a quelle stabilite dal contratto nazionale di categoria o da ......

 

Accertamento fiscale per chi non giustifica le spese auto

Pubblicato il: 19-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Spese auto: accertamento con il redditometro per chi non è in grado di dimostrare all’agenzia delle Entrate con quali soldi sostiene gli esborsi. Non basta dimostrare al fisco la disponibilità dei soldi per comprare un’auto di lusso, visto che è poi necessario mantenerla. Non c’è solo il prezzo d’acquisto iniziale da versare al rivenditore, ma anche il costo della benzina, il bollo, l’assicurazione, il garage, la manutenzione ordinaria e quella straordinaria. Chi spende tutti questi soldi, li deve innanzitutto avere; e se li ha, li deve anche denunciare all’Agenzia delle Entrate. Se invece non risultano dall’ultima dichiarazione dei redditi è legittimo presumere che ci sia stata un’evasione fiscale. È questo l’orientamento della Cassazione che, con una sentenza di poche ore fa [1], ha sdoganato l’accertamento fiscale, basato sul redditometro, per chi non giustifica le spese auto. Il ragionamento è lineare: intestarsi un suv o una sportiva vuol dire avere una disponibilità economica ......

 

Raccomandata non ritirata: interrompe la prescrizione?

Pubblicato il: 19-06-2018 | In : Attualità e Società, feed

0

Anche se il debitore non è a casa all’arrivo del postino e non va a ritirare la busta alle poste o al Comune, il creditore interrompe la prescrizione con la semplice spedizione? Se c’è una cosa che sanno bene sia i creditori che i debitori è che, dopo un po’ di tempo, le obbligazioni cadono in prescrizione. Significa che c’è una data di scadenza oltre la quale non è più possibile chiedere il pagamento di nulla. Per interrompere la prescrizione ci sono due modi: o inviare una lettera di diffida o avviare una causa per ottenere il dovuto. In ultima ipotesi, la prescrizione si può interrompere anche con un ammissione di debito fatta dall’interessato (desumibile anche da una richiesta di pagamento a rate o di un saldo e stralcio). Se è inverosimile che il debitore riconosca di essere inadempiente, è altrettanto possibile che questi faccia di tutto per sottrarsi alla notifica ......