Ordinanza di reintegra lavorativa e opposizione

Pubblicato il: 07-12-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 28 views | FONTE ORIGINALE

0

Nell’ordinanza di reintegra lavorativa che mi riguarda, vi sono, secondo me, delle lacune e/o errate interpretazioni e/o omissioni, volute o meno da parte del giudice, che limiterebbero il mio pieno diritto a vedermi reintegrato, come preferirei, esattamente nell’appalto dove ho sempre prestato servizio, seppur con gli accomodamenti che in quella sede non mi si vuole/vorrebbe ancora riconoscere e dove credo di aver diritto di vedermi riassegnato.  Posso presentare opposizione al fine di ottenere correzione sulle suddette interpretazioni del giudice? L’avvocato del datore di lavoro mi ha già anticipato che il datore sarebbe disposto alla reintegra presso altra sede e questo non mi fa intravedere alcun ravvedimento positivo nei miei confronti da parte del datore. Sono un soggetto invalido, ormai di grado elevato (75%) e questo aggravamento è stato prodotto o quantomeno accelerato da comportamenti gravemente inadempienti del datore. Fruivo presso il datore dei permessi per la legge 104 per mia moglie invalida al 100% con gravi difficoltà deambulatorie. Non vorrei che, in difetto di mie ragioni da opporre all’offerta di altra sede lavorativa, ben più lontana dalla conosciuta, mi venissero proposte una riduzione retributiva o un part time. Come posso tutelarmi?  L’ordinanza pronunciata ai sensi dell’art. 1 co. 49, L. 92/2012 ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment