Nuove prove in appello nel rito del lavoro: Cassazione

Pubblicato il: 13-10-2021 | Categoria : Attualità e Società, feed, Lavoro | 21 views | FONTE ORIGINALE

0

Rito del lavoro: in appello ammessi nuovi documenti se ritenuti dal giudice indispensabili. Nuove prove ammesse solo se indispensabili ai fini della decisione Nel rito del lavoro, in deroga al generale divieto di nuove prove in appello, è possibile l’ammissione di nuovi documenti, su istanza di parte o anche d’ufficio, solo nel caso in cui abbiano una speciale efficacia dimostrativa e siano ritenuti dal giudice indispensabili ai fini della decisione della causa, facendosi riferimento per indispensabilità delle nuove prove ad una loro influenza causale più incisiva rispetto alle prove in genere ammissibili in quanto rilevanti, ovvero deve trattarsi di prove idonee a fornire un contributo decisivo all’accertamento della verità materiale per essere dotate di un grado di decisività e certezza tale che da sole considerate, e quindi a prescindere dal loro collegamento con altri elementi e da altre indagini, conducano ad un esito necessario della controversia.  Corte di cassazione, sezione lavoro, ordinanza 28 settembre 2021, n.26257  Il rilievo d’ufficio delle eccezioni in senso lato non è subordinato alla specifica e tempestiva allegazione della parte ed è ammissibile anche in appello Il rilievo d’ufficio delle eccezioni in senso lato non è subordinato alla specifica e tempestiva allegazione della parte ed è ammissibile anche in appello, dovendosi ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment