Malattia e invalidità: premi ai medici che le revocano

Pubblicato il: 08-11-2018 | Categoria : Attualità e Società, feed | 33 views | FONTE ORIGINALE

0

Il piano delle performance dell’Inps prevede incentivi per i medici fiscali che revocano prestazioni per malattia e invalidità. Non è raro sentir dire, dalle persone sottoposte ad accertamenti sullo stato d’invalidità, che ottenere il riconoscimento di prestazioni d’invalidità civile è sempre più difficile: le percentuali di riduzione della capacità lavorativa accertate dalle commissioni mediche Inps sono difatti generalmente basse, e comunque insufficienti a garantire sussidi da parte dell’Inps, come la pensione d’invalidità civile o l’accompagno. In sede di visita di revisione, non sono infrequenti le revoche dell’invalidità. Non va meglio a chi si ammala: negli ultimi anni, si è difatti assistito a un aumento dell’annullamento delle prestazioni dirette per malattia, salvo una brusca frenata delle revoche negli ultimi mesi. Che cosa succede? Aumentano gli italiani che si fingono invalidi o malati? La risposta potrebbe risiedere nel Piano della performance 2018-2020, emanato dall’Inps nel marzo 2018 e riferito alle prestazioni del personale interno ed esterno, compresi i medici ed i professionisti legali. Questo piano, difatti, prevede degli incentivi per i medici che revocano i trattamenti diretti per malattia e invalidità civile. La questione è passata sotto silenzio per parecchi mesi ed è stata resa nota solo di recente, grazie alla denuncia dell’Associazione nazionale medici ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment