Liti condominiali: chi paga le spese legali e di riparazione

Pubblicato il: 17-06-2017 | Categoria : Attualità e Società, feed | 24 views | FONTE ORIGINALE

0

Le spese condominiali si dividono tra tutti. L’eccezione delle spese legali per le liti. Anche il danneggiato paga la riparazione del bene condominiale. Nei burrascosi rapporti condominiali, l’argomento “pagamenti” è sicuramente tra i più scottanti. Sappiamo un po’ tutti che la divisione delle spese, sia ordinarie che straordinarie, avviene utilizzando le arcinote tabelle millesimali. Attraverso quest’ultime, si “valorizzano” le proprietà private in “millesimi”, poiché è essenziale che i proprietari paghino la spesa “pubblica”, in proporzione al valore delle singole unità immobiliari. Le tabelle, se non sono già esistenti o predisposte dal costruttore del fabbricato, saranno preparate da un professionista idoneo allo scopo (ad esempio, un ingegnere o un geometra) per poi essere approvate dall’assemblea condominiale. Una volta in vigore, esse serviranno per dividere matematicamente la spesa complessiva, ad esempio, affrontata per una riparazione straordinaria oppure per pagare le bollette della luce o dell’acqua condominiali. Sarà, infatti, sufficiente dividere il costo in esame per 1000, e poi moltiplicarlo per i millesimi riferiti alle singole proprietà private. Ad esempio, se la riparazione del cancello d’ingresso è costata 600 euro e il vostro appartamento ha un valore pari a 87,45 millesimi, sarà sufficiente eseguire queste semplici operazioni per stabilire l’ammontare dovuto: 600/1000 = 0,6; 0,6 x 87,45 ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment