Le scale e l’androne del condominio rientrano nel domicilio?

Pubblicato il: 22-09-2022 | Categoria : Attualità e Società, feed | 16 views | FONTE ORIGINALE

0

Furto in abitazione: le aree condominiali si considerano privata dimora?  Nel caso di furto in abitazione, risulta rilevante comprendere dove inizia la dimora privata e quali possono considerarsi le sue pertinenze. Il problema si pone soprattutto per le case inserite in un condominio. Qui infatti il problema si pone per tutte le aree comuni che danno accesso alle unità abitative. Di qui la domanda spesso posta alla giurisprudenza: le scale e l’androne del condominio rientrano nel domicilio? La risposta fornita dalla Cassazione è stata affermativa [1]. Secondo i giudici supremi, le pertinenze di una privata dimora come scale e androne del palazzo rientrano senza alcun dubbio nel concetto di dimora privata, in quanto sono considerati luoghi suscettibili di essere utilizzati, non occasionalmente, ma in maniera apprezzabile. Nel caso di specie, due uomini erano stati condannati per il reato di furto in una dimora privata. Il giudice aveva applicato l’aggravante della violenza sulle cose poiché i malviventi avevano usato dei grimaldelli per scardinare l’apertura del portone condominiale e poter accedere alle scale.  In materia, i giudici hanno chiarito innanzitutto che «in tema di violazione di domicilio, occorre non solo che l’azione sia esercitata direttamente sulla cosa, ma anche che abbia determinato la forzatura, la rottura, ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment