Lavoratrice gestante: quali permessi e tutele le offre la legge?

Pubblicato il: 15-06-2019 | Categoria : Attualità e Società, feed | 17 views | FONTE ORIGINALE

0

Dopo aver comunicato lo stato di gravidanza al datore di lavoro, che diritto ho in merito ai permessi di lavoro retribuiti? Lo studio lavoro mi dice che i permessi possono essere retribuiti solo se le visite: – sono eseguite durante l’orario di lavoro: cioè significa che non possono essere eseguite al di fuori dell’orario di lavoro stesso; – si porta documentazione giustificativa attestante la data e l’orario di effettuazione degli esami: pertanto la lavoratrice ha diritto ai permessi prenatali soltanto per il tempo legato all’effettuazione dell’esame e non all’assenza complessiva dal luogo di lavoro. Al consultorio mi è stato detto che ne ho diritto per il tempo della visita ed il tempo di rientro a lavoro, quindi per l’intero permesso, e loro mi hanno rilasciato un certificato di effettuazione della visita in tali orari. Qual è effettivamente il mio diritto? Ho un contratto di lavoro metalmeccanico artigianato.  Il Testo Unico sulla Maternità (D.lgs. 151/2001) riserva speciali tutele alla lavoratrice in gravidanza, per assicurare a lei e al bambino una protezione adeguata.  La lavoratrice incinta, in particolare, oltre all’astensione obbligatoria dal lavoro per maternità (che generalmente parte va dai 2 mesi prima del parto ai 3 mesi successivi), ha diritto, ai sensi dell’art. ...

Continua a leggere!

 

Vota l'articolo!

 

 

Articoli correlati


 

Write a comment